AH! IL CONSULENTE!

Premessa: normalmente io sono in sede ad Acireale (CT), faccio il sysadmin e mi occupo di gestire le infrastrutture IT della mia azienda. Ogni tanto… pero’… mi tocca andare A FARE IL CONSULENTE!

AH! IL CONSULENTE!

Ecco che oggi mi sono imbattuto in una seria DEFINIZIONE DELLA CONSULENZA, la copio para para dal sito originale che e’ qui:

Ha molte cose in comune con quello che mi capita delle volte (anche se fin’ora me la sono cavata egregiamente).

Gentilissimo,

mi presento!!! Sono uno dei tantissimi Ingegneri, uno dei tanti professionisti che lavora in uno dei settori di punta del mondo odierno, quello delle nuove tecnologie.

Penserai che sono molto fortunato ad avere avuto la possibilità di studiare e di poter lavorare e per di più in un settore di punta.
Ebbene, mi preme renderti partecipe di uno stato d’animo che coinvolge me e tanti dei colleghi con i quali ho parlato.
Prima, però, ti do qualche altro dettaglio: sono un ‘fortunato’ dipendente a tempo indeterminato di una delle centinaia, forse migliaia di aziende ‘di consulenza’ che operano nella costellazione del mercato dei servizi IT (Telco, Assicurazioni, Banche, Utilities ).
Sottolineo ‘di consulenza’, perchè io (come molti) appena laureato sono stato assunto da una di queste aziende e sono quindi diventato un consulente.

Un consulente, IO un consulente…. ma cos’è un consulente ?
Consulente, consulenza derivano da consulere o meglio da consul: il CONSOLE romano. Questi, una sorta di magistrato romano, chiedeva prima di deliberare un consulto al SENATO per prendere decisioni sagge in merito a qualcosa. Quindi ad oggi il consulente dovrebbe essere una sorta di senatore (a Roma i senatori avevano in media dai 60 anni in su …con tutta l’esperienza del caso) …. ma IO ‘consulente’ ho meno della metà degli anni di un Senatore e un’esperienza quasi nulla per poter consulere in maniera saggia su qualcosa. Mio padre…mio padre si!!! Lui, che ha più del doppio dei miei anni e ne lavora da più del decuplo dei miei, nel suo campo sarebbe un ottimo consulente, non io.
Quindi se le aziende sono formate da ‘consulenti’ di questo tipo, che tipo di ‘consulenza’ possono fornire? Anche alla luce del fatto che la formazione è lasciata al libero arbitrio di ciascun ‘consulente’….
Tutto questo spiega come l’appellativo di società ‘di consulenza’ sia un’appropriazione indebita!!!

Ma ritorniamo al concreto…come me, tanti altri sono stati agganciati da una di queste aziende che predicano, nei loro siti internet e durante i colloqui di assunzione, l’importanza che danno alle risorse e alla loro formazione sia professionale che tecnica in cambio di impegno, dedizione e sacrifici. Tra le righe ti dicono anche che la formazione potrebbe essere on-the-job (per i comuni mortali: sul campo).

La teoria come sempre è leggermente diversa dalla pratica (ma questo ce lo si aspetta sempre).
Questo ‘leggermente’ si traduce in una realtà AGGHIACCIANTE.

Le società di consulenza ad oggi lavorano allo stesso modo delle aziende di lavoro interinale con la sola differenza che, se sei fortunato, hai in mano un contratto.

Neolaureato, inesperiente e pivellino vieni spedito dal CLIENTE, e come bolla di accompagnamento viene dato il tuo Curriculum Vitae opportunamente modificato che lontanamente assomiglia al tuo reale e dal quale si evince la tua grandissima e pluriennale esperienza proprio nell’ambito delle tecnologie per il quale SEI STATO VENDUTO.
Ti ritrovi SOLO, o quasi, presso il CLIENTE con delle responsabilità e dei compiti per i quali spesso non sei preparato: terribile.
Naturalmente tu, cucciolo di Consulente, per non deludere l’azienda ‘di consulenza’ che ti ha dato questa possibilità di dimostrare quanto vali, ti impegni, dai il massimo, lavori, spesso gratis, fino a tarda sera.
Se ti azzardi a chiedere un corso di formazione su una qualunque cosa, ti viene risposto che il periodo è nero e che comunque da nessuna parte vengono fatti corsi … ormai è obsoleto…tu hai la splendida opportunità di imparare sul CAMPO…di battaglia.
Quindi la tua formazione si traduce all’equivalente di uno di quei corsi di sopravvivenza che organizzano alcune agenzie viaggio di frontiera: difficilmente sarai affiancato nelle attività da una persona realmente esperiente che ti possa guidare e far apprendere metodologie e tecnicismi e nessuno ti dirà come fare qualcosa, lo capirai TU, da solo, perchè bacchettato dal CLIENTE. Per SFORTUNA, tu sei in gamba e in qualche modo riesci a tirarti fuori da tutti gli impicci che ti si parano di fronte.

Ebbene, se sei fortunato alla fine di questa brillante prima esperienza (che può durare dai 6 mesi ai 18 mesi) rientrerai in SEDE (in attesa di nuova destinazione) con un ‘bel bottino’ di formazione on-the-job e sopratutto sarai pronto a essere ri-VENDUTO altrove, con un profilo da SENIOR (persona con un buon grado di esperienza in merito a qualcosa)…in solidiciottomesioanchemeno sei diventato non solo ‘consulente’, ma di più: ‘consulente esperiente’.

L’immagine metaforica che rappresenta meglio la condizione di IN SEDE è quella della VASCA di PESCI ROSSI (i consulenti) in un negozio di animali. Si, hai capito, la vasca con centinaia di pesci rossi in cui l’acquirente con il retino acchiappa uno di questi e se lo porta a casa. Ma, essendo la ‘pescata’ affetta da un fattore probabilistico, tu potresti restare in VASCA per un tempo indefinito. A fare cosa ? A studiare qualcosa che non sai se userai mai e comunque tutto rigorosamente lasciato alla tua buona volontà e senza alcuna organizzazione o programmazione di attività.

Il tempo passa e i tuoi giri in VASCA diventano sempre più noiosi….

Ogni tanto passa qualche ACCOUNT (spietato commerciante di cervelli umani che in base alla richiesta del mercato modella il tuo CV in modo da plasmarlo esattamente ai desiderata del possibile CLIENTE) che ti porta a fare il colloquio (l’ESAMINO) con il possibile cliente….
L’ESAMINO può di solito avere uno dei seguenti esiti:
– il risultato è positivo, perchè è in realtà già concordato (tra account e referente del cliente) e il ‘colloquio’ serve solo a verificare che tu non abbia potenti esalazioni odorose e quindi che sia idoneo ad essere immesso in un fantastico OPEN-SPACE pieno di tanti altri Consulenti.
– il risultato è negativo perchè l’ACCOUNT ha esagerato nel ri-modellare il tuo CV, per cui il CLIENTE scopre che tu,si , sei un giovane volenteroso, ma quello che cercava lui era un ESPERTO…e questa situazione per te che sei oggetto di queste ‘mosse da giaguaro’ è quantomeno AVVILENTE

Dunque nuoti in VASCA, finchè non vedi avvicinarsi il retino verde, sempre di più … AHHHH!! Eccolo che ti pesca e in men che non si dica sei catapultato in una nuova realtà, presso un nuovo CLIENTE che si attende da te delle risposte sulle tecnologie per le quali sei stato VENDUTO …. come SENIOR.

….e così via, poi di nuovo in VASCA e il gioco ricomincia.

Si, ma un attimo!!! Fermiamoci un attimo. Analizziamo la situazione:

  • Formazione: autogestita e ‘on-the-job’
  • Livello Formazione: approssimativa e superficiale per forza di cose
  • Possibilità di Carriera: quasi nulla
  • Possibilità di crescita professionale: quasi nulla.
  • Responsabilità: elevate visto che spesso sei il rappresentante dell’azienda presso il CLIENTE
  • Stipendio equiparabile a quello di un operaio SENIOR(senza sminuire nessuno, ma dopo 5 anni di Ingegneria…)
  • L’azienda ‘di consulenza’ percepisce dal CLIENTE dai 400 ai 1000 Euroni al giorno per la tua consulenza.
  • Tu molti di meno
  • L’azienda di consulenza a parte il tuo stipendio, il mantenimento di pasciuti ACCOUNT e di una struttura adibita a VASCA non ha altre spese di gestione dell’attività

Ma allora ? Un corso, un percorso di carriera potrebbe questa azienda prevederlo? Almeno per i ‘consulenti’ più validi ? ( possibile che non ci sia un consulente valido ? )Bene, è evidente che c’è qualcosa che non funziona. Ma se non ci penso, tutto va bene, in fondo c’è chi stà peggio di me…si non ci penso…si ..così …va anche bene….

Toh!! Un ACCOUNT passa davanti la MIA VASCA……un altro……e ancora un altro ……

E…aiuto il retino verde…lo vedo, eccolo, si avvicina: AAAAAAAAAHHHHHRGGHH!!

Buongiorno, sono un ‘consulente’ di tal azienda ‘di consulenza’ sono esperto in ostrogoto e aramaico Informatico. Dove posso sedermi ?

Comments Posted in Esperienze, Humor, Lamentazioni, Lavoro, Letture

Comments

  1. pallotron says:

    @sanvalentino: ma perche’ cosa ho detto di male? ho semplicemente detto che mi sono liberato del mondo della consulenza IT in italia… mi pare vero no?

  2. sanvalentino says:

    su dai… non fare lo “sborone”.

  3. Francesco says:

    E rileggo questo post dopo molti anni … e’ rimasto tutto uguale!

    1. pallotron says:

      @Francesco: per me “fortunatamente” no 🙂

  4. […] Vita di un sys-admin » AH! IL CONSULENTE! (tags: società it) […]

  5. […] ma rileggerlo fa sempre bene anche perche’ mi sembra che le cose non siano cambiate molto! 😀 http://www.vitadiunsysadmin.net/2006…cco-riassunto/ bellissimo il paragone dei pesci rossi! 😀 Ciao — http://www.evilripper.net […]

  6. evilripper says:

    Purtroppo c’e’ poco da ridere, e’ la triste verita’!!
    Cmq bel blog complimenti!

    ciao

  7. pippamentale says:

    Ciao mito!
    mi hai fatto ridere e immedesimare!
    domanda: dopo un anno dal tuo post…sei ancora consulente?
    se non lo sei più, e sei diventato un pasciuto account, chiamami per un colloquio! vengo al volo a fare la schiavetta piuttosto che restare ancora interinale!!!!!!
    Ciao Ciao!