Indiani al lavoro… puah!

Indiani al lavoro, puah!

Io non capisco. NON CAPISCO. PROPRIO NON CAPISCO. NON CAPISCO PERCHE’ SENTO E LEGGO IN GIRO CHE GLI INDIANI SONO GENII, GLI INDIANI QUI, GLI INDIANI LI, AH! QUANTO CE L’HA LUNGO E GROSSO UN INDIANO (IL CERVELLO, NON IL CAZZO, COGLIONE!). GLI INDIANI SONO AVANTI, USANO TUTTI LINUX. MA CHE STRONZATA.
GLI INDIANI CONQUISTANO IL MONDO, GLI INDIANI CODANO BENE, PERCHE’ HANNO UN GRADO DI ASTRAZIONE ELEVATO.

MA ANDATE AFFANCULO COGLIONI, VOI, LE VOSTRE MUCCHE, GLI ELEFANTI! AAJAA 🙂

Io posso dire che TUTTO QUESTO NON E’ VERO. E’ TUTTO FALSO.

Ho un collega indiano al lavoro, quindi ho la percentuale del 100% di cattive esperienze ahahha!

Questo indiano qui NON SA UN CAZZO, non sa manco come configurarsi un fottuto router.

Ultimamente sta lavorando da casa, ha problemi, e alcuni colleghi gli hanno detto di abilitare il remote desktop, NON L’AVESSERO MAI FATTO.

Cosi’ ora mi tocca dargli supporto, e’ dalle 10.00 che sclero, APPRESSO A QUETO QUI, a tradurgli windows in english, clicca qui, LI , SU, GIU’, traduco i messaggi del suo fottuto router, alla cieca, FACENDOMI MANDARE SCREENSHOT VIA MSN.
NON SA MANCO COSA E’ UN PORT FORWARD, UN DEFAULT GW, MA VAFFANCULO.

ORA LO MANDO AFFANCULO.

Comments Posted in Esperienze, Informatica, Lamentazioni, Lavoro