Usare mencoder e/o imagemagick per fare stopmotion

La tecnica dello stop motion e’ una tecnica d’animazione che permette di ottenere un filmato, utilizzando degli oggetti inanimati, attraverso un processo fotografico svolto dall’animatore/fotografo.

L’oggetto viene fotografato molte volte, circa 24 per ogni secondo di filmato (il numero di fotogrammi dipende dal formato di destinazione: cinema, Pal, NTSC), e progressivamente movimentato, in modo da ottenere un’animazione fluida successivamente il montaggio.

Con questa tecnica sono state realizzate scene di film molto famosi, come ad esempio, The Nightmare Before Christmas , oppure King Kong (1933).

Personalmente ricordo questa tecnica in azione in alcuni film come:

  • 200 Motels di Frank Zappa. Ci sono molte scene realizzate con pupazzi e sculture di pongo, veramente psichedeliche, vi consigli di procurarvi il film e vedere. O magari cercare su youtube.com. Magari qualcosa si trova.
  • Molti film dei Monty Python, hanno intermezzi fatti con questa tecnica. Davvero spassosi.

Ma ora veniamo a noi. Come realizzare una sequenza di stop motion con strumenti opensource?

Oggi mi e’ venuta la bella idea di rispondermi a questo interrogativo perche’ volevo realizzare un filmato in stile stop motion da alcune foto di smorfie che avevo fatto ad asbesto questa estate. E che sono su flickr.com.

E’ possibile realizzarlo utilizzando un programma grafico che si chiama stopmotion, ma io qui vi spieghero’ come fare tutto da riga di comando. Da buon sysadmin!

Potete scegliere di usare mencoder oppure imagemagick.

Usare mencoder

Mencoder vi servira’ se volete produrre dei file .avi (quindi dei veri e propri video). Scaricate le jpg che rappresentano i fotogrammi del vostro filmato dentro la directory corrente ed usate il comando:

$  mencoder 'mf://*.jpg' -mf type=jpg:fps=3 -ovc copy -oac copy -o output.avi

Questo comando produrra’ un file .avi chiamato output.avi contente il vostro filmato in stopmotion alla velocita’ di 3 frames-per-second.

Il consiglio e’ quello di fare un resize delle jpg che possedete. Non e’ bello fare un filmato di 3500×2000 px! 🙂

In tal caso il magico comando sottostante vi fa un resize percentuale di tutte le immagini:

$ for i in *; do convert -scale 10% $i $i.new.jpg; ,mv $i.new.jpg $i; done

Usare imagemagick

Se invece di un filmato vorrete ottenere una gif animata allora potete usare imagemagick con il comando convert sottostante:

$ convert -delay 40 *.jpg out.gif

Se le dimensioni delle jpg sono troppo grandi potete resizzare e creare la gif in contemporanea con questo comando

$ convert -scale 10% -delay 40 *.jpg out.gif

Ecco il risultato della mia prova in formato gif, non e’ uno stop motion perfetto, perche’ in realta’ avrei dovuto mettere la fotocamera su un trepiedi e avrei dovuto fare raffiche piu’ frequenti:

smorfie_asbesto_hires.gif

Qui la versione piu’ leggera e il filmato .avi.

Comments Posted in Fotografia, Informatica, Software, Software Libero, Tempo libero, Tips and Tricks, Video

Comments

  1. pallotron says:

    quello che ho scritto. a me funge.

  2. dadex says:

    io ho provato con una sequenza di immagini 1 frame ogni 3 secondi, cosa dovrei settare come famerate nei parametri di mencoder? Con quello qui suggerito ottengo un avi illeggibile con vlc

  3. Francesco says:

    Ma in tutto questo … Asbesto che dice? Un suo parere no? 😀

  4. dan says:

    Molto interessante anche ffmpeg 🙂 ma mi serviva uno strumento a riga di comando per realizzare proprio una gif animata a partire da una serie di jpg, senza scomodare GIMP o cose del genere: imagemagick va alla grande!
    Un saluto.

  5. pallotron says:

    puoi usare ffmpeg se vuoi.

  6. dan says:

    Stavo cercando proprio questo, grazie 😉