Sembra proprio che sia un NO.


Sembra che la gente d’Irlanda sia andata per il NO. Ora che succedera’? Staremo a vedere.

Ecco un bell’articolo del New York Times a riguardo.

Berlusconi e Fini sono preoccupati, Calderoli invece applaude! 🙂

Un ministro Francesce, Jouyet, dice:

“We cannot take a country out of Europe that has been there for 35 years, but we can find specific means of cooperation.”

Intanto su NewsTalk intervistano gente per strada, io ne approfitto per l’inglese, la mia impressione e’ che sia fatto molta leva sulla paura con discorsi tipo, alzeranno le tasse, privatizzazione della sanita’, etc. Io non mi sono documentato molto e del resto non essendo votante sono neutrale… Lancio un sondaggio:

Se foste Irlandesi avreste votato SI al trattato di Lisbona?

Loading ... Loading ...

Nel frattempo chiedo a chi e’ documentato/informato di postare qualche commento. Grazie 😀

Cosi’ a primo pensiero fossi stato irlandese io avrei votato SI quanto meno perche’ l’Irlanda si e’ tirata su grazie ai finanziamenti europei… Comunque e’ anche vero che il NO non equivale a ripudiare l’idea di Unione Europea, questo e’ un NO ad un trattato… che quindi dovra’ essere ridiscusso e mediato nel prossimo futuro. Lavoro per diplomatici…

Comments Posted in Cultura, Dibattiti, Irlanda, Politica
Tagged , , , , ,

Comments

  1. pallotron says:

    nessuno puo’ dirlo. cmq oggi mentre ero in taxi parlando con l’autista abbiamo visto davanti a noi un taxi con un adesivo con scritto “I voted NO to lisbon treaty” e lui mi fa, “look that fucking idiot over there!”. E io: “He made his choice!” ahahahah 😀

  2. stragatto says:

    Secondo me si tratta di un voto impossibile da chiedere e impossibile da interpretare. Sono altri gli argomenti sui quali i cittadini europei dovrebbero venire chiamati ad esprimersi.
    Intanto, sarebbe assolutamente da evitare l’interpretazione in termini di “Europa si / Europa no” e sarebbe da tacciare di disonesta’ intellettuale chiunque proponesse questo tipo di interpretazione. Ma anche l’interpretazione “Lisbona si / Lisbona no” non e’ possibile: chi infatti potrebbe sostenere che i votanti (scommetto che neanche l’1% di loro conosceva i contenuti del trattato e le loro implicazioni) si siano espressi davvero pro o contro il trattato? Forse il significato del voto potrebbe essere un giudizio su QUESTA Europa delle banche troppo attenta alla finanza e troppo poco attenta ai problemi della gente comune. Ma “forse”. Chi puo’ dire cosa passava nella testa della gente al momento del voto?

  3. LoneStar says:

    Se anche negli altri paesi si fosse votato con referendum sarebbe stato NO da moltissime parti.

    Comunque qualche dettaglio sul trattato in generale si trova qui: http://www.politichecomunitarie.it/comunicazione/34/avvenire-dell-europa