Iniziamo bene la giornata!

Arrivo in ufficio, mi faccio il caffe’. mi mangio un cornetto (anzi qui si chiama croissant) e una ciambella come quelle su cui sbava Home J. Simpson. Penso che la giornata sta iniziando bene e invece NO!

Apro il Corriere della Sera online:

Errori anche nella prova di inglese

La traccia era quella consegnata agli studenti dell’Istituto turistico
La segnalazione dell’ex prof dei figli di Berlusconi. Che dà il voto al ministero: «Gravemente insufficiente»

Guardate voi stessi, pare che il testo sia stato copiato e incollato da un sito internet A CASO senza verificarne la correttezza! L’ennesima vergogna, incompetenza e mala figura pubblica!!!! 🙁

Comments Posted in Cultura
Tagged , , ,

Comments

  1. Mancausoft says:

    Il mio inglese e’ pessimo ma certi errori li noto anche io!

    Sembra che nessuno che conosca l’inglese, in maniera decente, lo abbia letto :S

  2. Puntino says:

    Siamo messi veramente male !
    Al di là di non aver corretto oppure, ancora peggio, di non aver notato gli errori colui che ha scelto il testo è anche un cretino perchè come giustamente ha detto stragatto è possibile che ci siamo errori in un testo trovato in rete in un anonimo sito web o blog che sia.
    A questo punto si tratta di demenza!

  3. pallotron says:

    vabe’ ma non puoi paragonare l’apprendimento autodidattico con quello convenzionale.
    il primo vince sempre IMHO. 😀
    perche’ se uno impara delle cose da solo vuol dire che ne e’ veramente interessato.

  4. dimebagdk says:

    prima l’errore nella traccia del tema, ora questo.. complimenti! Altro che debiti e corsi di recupero per gli allievi e corsi di aggiornamento per insegnanti, queste sono vaccate che non possono essere tollerate.
    Per non parlare dei programmi ministeriali… ho imparato piu’ in 1 anno di slackware che in 5 anni di sistemi.

  5. stragatto says:

    Semplicemente, un testo scritto in pessimo inglese da una persona evidentemente non di madrelingua inglese. Perfino il sottoscritto, che certo non e’ di madrelingua inglese e certo non e’ un insegnante di inglese, non fa fatica a riconoscere errori di grammatica e di sintassi e improprieta’ di linguaggio e di costruzione sintattica.
    Quando un testo del genere compare su internet e’ un conto (chi legge sa che non ci sono garanzie sulla correttezza grammaticale e sintattica) ma presentarlo in ambiente scolastico (dove potrebbe essere preso a modello) e’ un altro: e’ DISEDUCATIVO.

  6. antonio says:

    BUFFONE FATTI PROCESSARE

    cmq il problema e’ il solito
    ME RI TO CRA ZIA

    Capisco che gli sbagli possono capitare, ma se capitano cosi’ in sequenza, uno dietro l’altro con tutte le prove d’esami, evidentemente qualche problema c’e’

    ma non possiamo mandarli a casa
    affondino nella loro ignoranza

  7. pallotron says:

    MUTO, TU INVECE FATTI PROCESSARE! ahahahahah!

    MA PERO’ io non sono professore di italiagliano. INVECE SI SUPPONE CHE AL MINISTERO DELL’EDUCAZIONE LO SONO 😀

  8. Silvio B. says:

    Mi consenta, sig. Failla, di farle notare alcune cose:
    – “MI FACCIO il caffè” non è corretto in lingua italiana
    – “MI MANGIO un cornetto” non è corretto in lingua italiana
    – Si chiama “croissant” in tutto il mondo, è il termine corretto, solo gli italiani hanno “provato” a tradurlo in “cornetto”…
    – HomeR non Home

    Ma cribbio! Con quale faccia fa notare gli errori di quei testi, quando lei, in sole due righe, ne ha commessi QUATTRO???

    Vada a lavorare invece di scrivere queste cialtronate, COMUNISTA!

    🙂