La metereopatia degli Italiani in Irlanda e altro.

Stavo per spegnere il portatile per andare a letto, quando ho sentito piovere forte per 3 minuti 3. Poi il niente. 🙂

Cosi’ mi e’ venuto da pensare a quante volte sento parlare gli Italiani riguardo al tempo in Irlanda. Alcuni la prendono anche come scusa per andar via da qui.

A qualcuno questa cosa della pioggia o del grigiore fa venire le paranoie, a me provoca sempre un misto di divertimento/sorpresa.

Tranne quando mi bagno ovviamente a causa di un Irlandese che mi passa a tutta velocita’ sopra una pozzanghera (accaduto veramente): in quel caso potrei uccidere.

Comunque questo clima mi sembra ancora cosi’ strano… ero abituato che in Sicilia quando pioveva sembrava fossero arrivati i monsoni stile India. Invece qui non diluvia mai fortissimo. Quasi mai.

Se piove penso sempre che durera’ poco, ed in effetti il piu’ delle volte e’ cosi’, salvo rare eccezioni.

L’impressione che ho e’ che rispetto a quando sono arrivato (fine Gennaio), in questo periodo piova di piu’, si puo’ dire che dal punto di vista pioggia stavo meglio a Febbraio 😀

Comunque io non sono metereopata, ma sento tutti questi Italiani lamentarsi che qui c’e’ freddo, che a Luglio non possono esserci 14 gradi, etc etc.

Tutti che vogliono tornare in Italia. Io non ci voglio tornare.

O meglio: voler tornare in Italia solo per il clima mi sembra una sciocchezza. Semmai uno vorrebbe tornare per via degli affetti. Io personalmente tornerei per stare un po’ con Katia, coi miei cari, e con quella pazza di Briciola.

Penso che di questi tempi l’anno scorso mi trovato a Letojanni con lei e mio fratello a fare il bagno in una spiaggia libera.

Comunque quando penso ai 40 gradi siculi mi rincuoro. Qui non sudo (soprattutto considerando che cammino per andare a lavoro) e la notte dormo in pace.

Dopo tutto ha ragione il mio coinquilino spagnolo:

Questo clima e’ buono quando lavori. Cosi’ quando sei in ufficio non ti viene da pensare: che bella giornata che c’e’ fuori, quanto vorrei essere al mare! 😀

Dopotutto se fossi in Italia, non e’ che mi farei tutti questi bagni…

Magari tra un po’ di tempo, diciamo una quantita’ x ignota, anche io mi potro’ annoverarmi fra le schiere di quelle persone che soffrono questo clima.

Oddio, sto diventando Irlandese a parlare sempre del tempo… la taglio qui, ma non prima di avervi fornito alcune URL interessanti:

Prima di spegnere mi e’ venuto in mente di cercare qualche video su youtube riguardo Irlanda e clima… Ho trovato questo che vedete sotto. Ok, non piove in questo video… era per farvi vedere com’e’ l’Irlanda quando non piove! 😀

Trovare giorni cosi’ e’ davvero una fortuna 😀

Riesco a riconoscere alcuni dei posti che si vedono nel video, altri invece non ho proprio idea di dove si possano trovare.

‘notte.

Domani vado a fare un giro in centro con la sorella di un mio caro compagno di squadra San Gregoriano, che e’ a Dublino ad accompagnare alcuni studenti in un viaggio-studio.

Poi nel pomeriggio vado a fare Go-Kart con i colleghi. La pista si trova vicino l’aeroporto. Zona Santry.

Vi faro’ un report dettagliato cosicche’ se avete voglia di andare potrete basarvi anche sulla mia esperienza.

Comments Posted in Irlanda
Tagged , , , , , , , ,

Comments

  1. […] 58 – La metereopatia degli Italiani in Irlanda e altro. […]

  2. Mary says:

    Tra l’altro, chi ha il coraggio (o testardaggine, o pazzia, o sfacciataggine, tanto ognuno la chiama e intende come vuole e potete correggermi ma solo con delle prove) di PARLARE diversamente dagli altri, in gener è quella persone che è PAZZA ma ha capito. Se te ne stai bello tranquillo col tuo lavoro e ti vanti del tuo tempo libero, non hai capito un cazzo. Questo vale per me, e mi sembra giusto dirlo perché i soldi ci hanno portato a questo.
    Tra l’altro 2, Alessio (o chiunque sia) ha PARLATO, non vi ha COSTRETTO in nulla, ma qui c’è qualcosa che mi fa capire che voi state un pò COSTRETTI, da chi… boh, io lo so, ma voi non lo volete sentire.
    Ognuno si crea il proprio universo, ed è ora che ve ne rendete conto. Perché il vostro universo non fa che collidere con quello di gente come me che vuole parlare con tutti ma che in fondo sa che nessuno l’ascolta.
    Questo universo finto in cui vivete sta facendo sparire i semi dal mondo e quando mangerete le cose che vi porteranno direttamente a casa vostra, magari con un servizio postale integrato al vostro intestino, forse maledirete di esserci cascati…
    Purtroppo non lo farete, perché appunto ci sarete cascati.
    Lasciatela parlare la voce che avete dentro, quella che si frena appena è in contatto con gli altri. E’ questione di un attimo, e vi renderete conto di esservi mentiti per tutto il tmpo che siete nati e vissuti.

  3. Mary says:

    @alessio
    Alessio, ora ti scrivo che è il 2013.
    Hai avuto ragione. Tutti qui hanno avuto ragione ma tu più di molti.
    Solo perché non hai accettato il compromesso, l’essere double faced, non hai accettato di trascurare notizie importanti e VERE relative alla vita di tutti i giorni.
    Perché tutti siamo entusiasti quando facciamo una scelta, poi affrontarla è n’altra cosa. Ed in effetti il blog non è andato poi avanti. Ma questo può anche dipendere dal fatto che non ci sia ormai più niente da scrivere.
    Ma io ci sono.
    I cieli d’Irlanda di cui ci cantano in Italia… sono le stesse scie chimiche che vediamo in Italia. Ormai, non c’è una Irlanda e una Italia se non nelle persone.
    Ed io non sono più nulla delle due.

  4. Donald says:

    Prima di tutto complimenti per il post e sopratutto è la prima volta che leggo su un blog di un Italiano che non si lamenta del meteo in Irlanda. Mi fa molto piacere.
    Anche io come te, da anni ormai a Dublino ho come dire fatto amicizia con il “weather” irlandese. La cosa che piu mi piace sono le così chiamate “Quattro Stagioni” dove nell’arco delle 12 ore cambia il clima: caldo, nuvoloso, freddo, brezza, pioggia.
    Questo articolo vedo con piacere che ha sollevato molto interesse tra gli Italiani in Irlanda, ben 63 commenti. Beh, che dire, mi riallaccio a quanto hai scritto nel post, è un argomento molto comune tra gli Italiani ma anche tra gli Irlandesi. Loro lo usano per rompere il ghiaccio prima di una conversazione.
    A proposito. Tu sei ancora in Irlanda?

    Un abbraccio
    Donald

    1. pallotron says:

      @Donald: ovvio che sono in Irlanda, basta leggere gli ultimi post 😛

  5. Vales says:

    Ciao ragazzi! io ho vissuto in Irlanda un anno e mezzo! mi e ‘ piaciuto ma mi mancava troppo l’ italia ( sono di lodi , che e’ al nord vicino a milano)! e anche il sole, ora che sono a casa qui sono contentissima e non mi pento di essere tornata, pero’ l irlanda e’ bella cmq e sopratutto gli irlandesi eh ehe

  6. Valesss says:

    Ciao ragazzi! io ho vissuto in Irlanda un anno e mezzo! mi e ‘ piaciuto ma mi mancava troppo l’ italia ( sono di lodi , che e’ al nord vicino a milano)! e anche il sole, ora che sono a casa qui sono contentissima e non mi pento di essere tornata, pero’ l irlanda e’ bella cmq

  7. antonio says:

    Alessio sei ridicolo, mi ero ripromesso di non risponderti ma mi costringi.
    Ognuno fa le sue scelte, non sei capace di rispettarle? Ovviamente no, devi pur trovare una giustificazione alle stronzate che fai quindi tutti si devono adattare al tuo pensiero.

    Io non ho mai parlato male dell’Irlanda, anzi ho sempre assunto una posizione equilibrata, quindi non si sa con quale coraggio puoi dire che vorrei stare in Italia e invece sto in Irlanda per convenienza.

    Io non ho mai detto che questo e’ il posto dove vivro’ tutta la vita, infatti sto in affitto, a differenza tua che propagandavi questo posto come il migliore del mondo e hai pure COMPRATO CASA. Ti rendi conto? E poi parli di double face.

    E vieni a dirmi che sei integrato perche’ vai avanti a cabbage e patate, e poi, come diciamo in Sicilia, non sai manco dove stai di casa e mi dici che dietro il Croke Park, dove appunto stai di casa, e’ una zona di ‘ricchi’, il fatto che tu abbia pagato la casa a bogsville 400K+ euro non vuol dire che e’ zona di ricchi, apparte quelli che vendono le case e di sicuro non stanno li’.

    E questo sarebbe il tuo essersi ambientati? E ti permetti di criticare coloro che ti sono stati amici sempre senza mai insultarti, ti permetti di cancellare tutti i tuoi post entusiastici sull’irlanda e sostituirli con una serie infinita di insulti nei miei cofronti? Subito rimossa nottetempo? Ma perche’ non vai in bagno e ti guardi allo specchio e ti rendi conto di quello che sei?

    Io a 24 anni mi sono spostato in Irlanda, ho cambiato varie case in affitto, non ho avuto bisogno di mamma’ per lavarmi i panni o cucinarmi, a differenza di chi si e’ spostato qui a casa della ragazza e l’ha usata come sostituta della mamma’, tranne poi venire a rifugiarsi a dormire a casa dell’amico in caso di problemi. Questo te lo sei scordato vero?

    Tu che parli tanto di integrazione, secondo te sono piu’ integrato io che i cannelloni me li faccio a casa e me li mangio a casa, o tu che te li porti congelati da roma sull’aereo?

    Diciamo le cose come stanno, diciamo che il solco da casa a lavoro forse l’hai fatto tu, che stai qui da un anno e mezzo e sei passato dall’entusiasmo a tremila, con insulti a chi la pensava diversametne da te, al disprezzo a tremila, con insulti a chi non la pensava come te. Ovviamente mi ci includo pure io, ma io ovviamente non ho mai fatto niente per meritarmi i tuoi insulti, quindi non si sa perche’ tutta questa aggressivita’.

    E poi vieni qua e scrivi di “ipocrisia doubleface” quando la prima banderuola sei stata tu, a differenza tua, i famosi ipocriti doubleface, sono capaci di fare scelte equilbirate nella vita e non hanno bisogno di insultare la gente senza motivo.

    Vergognati.

  8. Irishdoc says:

    Alessio tu sei proprio quello che disprezzi negli altri:
    l’ipocrita double face
    Appena arrivato in Irlanda il tuo blog era solo di complimenti ed entusiasmi, ora che te ne vuoi andare spali solo merda.
    Dove sta la verita’? Quando hai mai detto la verita’? Come si puo’ dare credito ad una persona che cambia bandiera cosi’ facilmente come fai tu? E il fatto che hai cancellato tutti i vecchi post del tuo blog lo dimostra.

  9. pallotron says:

    alessio, qui quello che difende strenuamente la sua scelta, che te la fotti tu che ragionamento hai fatto, sei tu.
    i signori qui possono anche fare i double face, ma non scassano la minchia agli altri che vogliono venire o che vogliono rimanere.
    quando ci sara’ la crisi vieni. e basta.
    non ti piacciono le vomitate, torna in italia. come mi sembra stai facendo no?
    non vedo che te ne frega se c’e’ gente che difende per convenienza. fatti la tua vita che gli altri si fanno la propria e bon.

    saluti

  10. alessio says:

    @kat
    si ma sara’ un caso che qui la gente piu’ di due anni non tiene
    e di blog che dopo due anni si fa prendere dal fugone non vuol dire niente
    sto rivalutando seriamente le posizioni di barbaropoli e non scherzo.
    Ognuno della sua vita sceglie ma nascondersi dietro un dito, scusami, non e’ mai un buon segno.
    Tanta gente qui, spala merda conto barbaropoli, pero’ magari commenta e nel sito suo ne dice di cotte e di crude.
    Sinceramente, l’ipocrisia double face di certi italiani qua la digerisco poco.
    Ora sicuramente non e’ il tuo caso ma fidati, di gente che difende streuamente la propria scelta e poi va a commentare sgnignazzando su quello che dice gensuka li’ ne ho visti parecchi.
    Fidati che molta di questa gente la difesa dell’irlanda la fa per convenienza.
    Quando ci sara’ la crisi ormai alle porte verro’ giusto a leggere le cambiate opninioni di molti di questi signori double face.
    fidati
    te lo dico una certa irlanda, quella degli ubriaconi, delle vommitate de gatto davanti ai pubs, i knackers che si riempiono di cazzottoni sulla james street, non mi piace
    ma mi piace ancor meno certa gente che difende per convenienza.

  11. alessio says:

    ecco appunto

  12. irishdoc says:

    In merito al fatto che molti vivono qui ma vorrebbero essere altrove concordo con te, ma nessuno ha mai messo in dubbio questa cosa, al contrario, si e’ sempre sostenuto che se uno ne ha le scatole piene fa le valigie e si toglie dai piedi invece di criticare chi ci sta.

  13. irishdoc says:

    Hola a todos (se scrivo “hola a todos” e non “hi all” e’ perche’ non mi sono integrato???)
    Io non capisco una cosa. Se io cucino la pasta alla matriciana a casa mia in Italia allora sono una persona integrata. Se cucino la pasta alla matriciana a casa mia in Irlanda allora no, non sono piu’ una persona integrata
    Cosa e’ cambiato? ovviamente la globalizzazione non e’ arrivata in irlanda, quindi pasta, uova, pepe nero e pancetta non arrivano, ma me le devo fare spedire dall’Italia….
    Se mangio patate lesse e broccoli lessi con un pezzo di carnaccia cosa sono diventato? cittadino irlandese? che tra l’altro le patate non sono nemmeno di nazionalita’ irlandese? Mentre se mangio le stesse in Italia cosa sono? un ibrido? un americano? un irlandese non integrato? cosa sono?
    Alessio il tuo discorso, come quello di molti altri, non sta ne’ in cielo ne’ in terra. Ti ripeto, se sei uno sconfitto devi prendertela con te stesso, non con il mondo che ti circonda.
    poco fa ho pranzato con un italiano che e’ in irlanda a fare training con la sua azienda. ha 32 anni e vive ancora a casa con la mamma. e quando io ho detto “eh, vedi poi i giornali a dire che gli italiani stanno ancora a casa da mamma a 40 anni'” mi ha risposto: “si si, non c’e’ niente di piu’ bello! quando io non ho voglia di cucinare ci pensa lei!”
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ovvio che a casa da mamma e papa’ siamo tutti piu’ felici, non c’e’ ombra di dubbio. Pure a me piace che torno a casa e trovo tutto pulito, la tavola apparecchiata e i vestiti stirati, mentre qua devo sgobbare io, quindi se per te affrontare tutte queste cose ti pesa, non te la prendere con chi invece ce la fa e non si lamenta!

  14. kat says:

    Quando una persona si trasferisce all’ estero ( io lo farò tra breve) deve ADATTARSI al posto e alle persone..non viceversa….visto che non siamo nel medio evo è sufficiente documentarsi e fare una visita anche breve come ho fatto io….so benissimo che Dublino non è Catania…il clima è diverso…so già PRIMA di partire che non andrò alle Maldive….so e ho visto che lo stile di vita è diverso..la gente è diversa ANCHE A MILANO LO E’…E STIAMO PARLANDO DI UNA CITTA’ ITALIANA….ma sono convinta di voler fare questa esperienza….mi trasferisco sia per motivi personali che lavorativi…In italia esercitavo una delle professioni più antiche e più nobili..L’AVVOCATO lo specifico per fugare dubbi ah ah ah :)….ma purtroppo tutti gli anni di studio non hanno ripagato….quindi, perchè non provare all’estero??Chissà magari Dublino..città pericolossima e frequentata da delinquenti 🙂 (A CATANIA TI SCIPPANO DAVANTI AL TRIBUNALE E NELLE ZONE IN) riuscirò a trovare un buon lavoro..cmq andrà a finire per me sarà una grande esperienza..La vita è troppo e limitarsi a guardare il proprio orticello che è sempre più verde del vicino è davvero penoso…Non finirò mai di ringraziare la persona che mi dando questa possibilità di crescere umanamente e professionalmente…Non so come andrà a finire…boh magari tornerò dopo un mese magari tra 10 anni magari mai..e chi può saperlo..ma cmq tornerò più ricca dentro…e spero più ricca anche di soldi visto che il mio dentista ITALIANO mi costa una fortuna immensa ah ah ah
    Alessio il fatto che la tua esperienza sia negativa non vuol dire nulla….ad esempio io ho vissuto a Catania una vita posso solo parlarne bene..non ho mai avuto problemi..non ho subito scippi ..furti e quant’altro lamentano tutti quelli che ODIANO Catania e la sua sporcizia…io invece amo Catania..un pò meno la spazzatura in mezzo alla strada ;)..ma pazienza..l’eden in terra non esiste..quindi..
    Io comunque spero di imparare l’inglese….e se riuscirò a parlare l’inglese come parlo l’italiano nessuno mi fermerà ah ah ah ah ..PS tutti mi scambieranno per un ‘irlandese 🙂
    ah ah ah

  15. antonio says:

    Veramente sei tu che scrivi:

    “Questi parlano bene dell’irlanda perche’ si circondano di italiani e si cagano in mano appena qualcuno se ne va perche’ hanno paura di rimanere circondati come certi film western dagli irlandesi e mettono i carri intorno.”

    se pensi che ci caghiamo in mano perche’ manchi tu guarda che sei fuori strada 😀

    piuttosto se fossi stato una persona seria, quale non sei, avresti espresso le tue opinioni di persona o su gmail al posto di spiattelare tutte ste stronzate nei confronti di chi vive qua (me compreso) in pubblico.

  16. alessio says:

    guarda del tuo appoggio morale non me ne puo’ fregare di meno stai tranquillo che con o senza di te continuero’ a vivere ugualmente

  17. antonio says:

    che sei cazzaro mi pare indubbio
    tu ti trovi male? vai via

    accetta che c’e’ chi si trova bene senza voler imporre per forza che hai ragione tu visto non conosci le vite degli altri, quello che fanno e, mi dispiace deluderti, ma nessuno si caghera’ in mano per la tua partenza