Prove tecniche di panificazione.

Dublin, 8 months more or less so far.

Io e Katia ci stiamo dando alla panificazione. Si sa’ con questa crisi dei mercati che c’e’ nell’aria…
Usiamo la pasta madre gentilmente offerta dal Direttore.

Basta solo tenerla viva ogni 2gg rinfrescandola con farina e acqua (5gg se la si tiene in frigo). Dobbiamo solo tararci un po’ sui tempi di lievitazione e quantita’ di sale. Oggi pranzero’ con un bel panino homemade 😀

Informazioni utili per chi si vuole cimentare sul mio account del.icio.us (tag “pane”). Se mi gira mi compro anche la macchina elettrica per fare il pane da Arnott’s.

Saluti

Comments Posted in Cucina, Irlanda, Salute, Tempo libero
Tagged , , , ,

Comments

  1. Gizzo says:

    Angelino bel pane! complimenti (a Katia).
    nel weekend sono a Dublino!!!
    con i parenti al seguito!

  2. antonio says:

    non si e’ rassegnato

  3. Ale says:

    Si ti consiglio proprio di aprire una pizzeria in Islanda….
    Si vede che sei aggiornato su come va il mondo… immagino che tu sia uno di quelli che sputano sopra l’italia e che venerano il primo stronzo straniero!

    Oh ma allora anche la mogliettina ti ha raggiunto in terra celtica! ottimo!
    L’altra volta per l’english course, ed ora? Prossimamente una “padron ‘Ntoni’s Bakery” ? hahaha
    Se quando siete fuori per comunicare usare il blog, quando siete in casa usate Pidgin multiprotoco? o installate direttamente il programma con tutte le full-features…. nooo dai, meglio ricompilarlo con i settaggi personalizzati! tanto basta una riga
    ahahah

  4. pallotron says:

    @marco: fare questo purtroppo all’estero e’ un problema… per problemi di reperimento materia prima.

  5. marco says:

    E’ da un po’ di tempo che, scherzando con i miei colleghi, pensiamo che sia meglio aprire un’attività gastronomica (panificio,pizzeria, take-away) all’estero (una bella pizzeria in Lettonia..o in Islanda)invece che continuare con il mestiere di “INFORMATICO”…

  6. ELiBuS says:

    E poi leggiti (anzi da quel che leggo fai leggere a Katia… 😉 ) questo: http://profumodilievito.blogspot.com/2007/10/le-pieghe.html

  7. pallotron says:

    oggi quando torno la faccio. ma scuddai.
    se posso passo da tkmax a prendere qualche contentitore di vetro.

  8. ELiBuS says:

    La pasta madre va tenura in un contenitore NON di plastica ma di vetro. La plastica è porosa e assorbe i prodotti della lievitazione riducendo la vitalità dei fermenti.

    Foto del panino tagliato???

  9. kat says:

    uffaaaaaaaaaa

  10. pallotron says:

    tu hai la tua parte a casa! 😀
    mangiatilla! 😀

    cmq se c’e’ da ringraziare qualcuno e’ antonio 😀

  11. kat says:

    Ribadisco che solo la sottoscritta ha preparato il pane…..angelo invece lo mangerà 🙂