Back from Lapland.

Hey Lads,

sono tornato dalla lapponia lunedi’ tardo pomeriggio e non ho avuto tempo di scrivere niente a proposito perche’ ho avuto poco tempo.
Provvedo ora:

Prima di tutto la mappa degli spostamenti. Cliccando qui o sulla immagine.

Giorno 1 – Tampere -> Oulu

Il primo giorno della vacanza inizia con un taxi preso alle 5 di mattina e volo alle 7.30. Arrivo a Tampere (100km a Nord di Helsinki) ed orologio portato avanti di due ore. Se non ricordo male l’arrivo era alle 13.10 ora finlandese.

La luce in Finlandia e sue conseguenze

La prima cosa ho notato appena sceso dall’aereo era la luce particolare e le ombre lunghissime. Il sole a quelle latitudini sorge veramente tardi in questo periodo, qualcosa come 8.30; e quando sorge non si alza mai piu’ di tanto. Il risultato e’ che le ombre sono moooolto lunghe, e alle 15.00 e’ gia’ MEZZANOTTE!. Di contro durante la stagione estiva funziona esattamente al contrario ed e’ possibile assistere a quello che viene chiamato il sole di mezzanotte!
Fotograficamente parlando e’ figo perche’ e’ come se fosse sempre tramonto πŸ˜€
Queste strane condizioni di luce influiscono molto sulle usanze finlandesi, tipo avere il pranzo alle 12 e la cena alle 17. Questo ha finito per influenzare anche i ritmi della vacanza quando abbiamo scoperto che alle 22 praticamente mangiavamo da soli nei locali perche’ la gente usualmente fa cena alle 17/18!

BTW a Tampere prendiamo il bus per il centro citta’, 6 euro, che ci lascia proprio di fronte alla stazione dei treni. Qui prendiamo il treno Tampere – Oulu.

I treni finlandesi

Ed ecco la mia opionione sui treni finlandesi: comparati con treni italiani stanno mille mila anni avanti.
Sul treno Tampere – Oulu abbiamo usufruito di una carrozza nuovissima, multi piano (2 piani), monitor che indicavano la velocita’ (picchi di 160 km/h), fermata successiva, jack audio per sentire fino a 6 stazioni radio, prese elettriche per i laptop (non so se c’era internet gratis pure).
Ma anche compartimenti per fumatori, compartimenti con sale gioco per bambini e neonati, con piene di giocattoli all’interno. Vagone bar e ristorante. Puntualita’ estrema al minuto.

Arrivati ad Oulu abbiamo trovato una citta’ semi deserta, era tarda sera. L’hotel in cui abbiamo dormito era proprio difronte alla stazione. Cosi’ abbiamo preso possesso delle camere e siamo usciti a fare un giro per Oulu. L’hotel si chiamava Hotel Turisti.
Questa citta’ pare essere un polo universitario abbastanza orientato sull’IT ma io ci ho visto poche persone. Cena in un locale Tex-Mex. Ed alcune foto notturne scatatte… tutte cestinate perche’ ho dimenticato il gancio della testa del trepiede a Dublino! SIGH! E per questo sono stato preso per il culo per tutta la durata del viaggio da parte dei compagni di avventura…
Poi siamo andati in un night club dove c’era un concerto live con un gruppo che non mi e’ sembrato male. Le canzoni erano sia in inglese che in suomi (la lingua che si parla in Finlandia).

Giorno 2 – Oulu -> Rovaniemi

Il giorno successivo abbiamo il treno alle 14 e qualcosa. Approfittiamo per fare un giro con “la luce” in citta’ a Oulu. Scatto alcune foto:



Notare la luce che c’e’ gia’ alle 13.30 πŸ˜›
Le ciminiere che vedete sono una costante in ogni villaggio o citta’ finlandese. Da quello che ho capito servono per il riscaldamento. Pare brucino truciolato o qualcosa di simile.

Non c’era molta neve ad Oulu ma gia’ si potevano vedere alcuni specchi d’acqua ghiacciati. Buttando sassi anche grossi non si riusciva a spaccare la superficie πŸ˜›

Approfittiamo anche per provare qualcosa da mangiare tipica locale, compriamo affettati di renna in tutte le maniere (affumicati o raw, cotti, etc). Salmone di tutti i tipi e vari stuzzichini. Mangiamo tutto col pane locale e poi a prendere il treno per Rovaniemi. Altre 3 orette circa di treno e poi arrivo a Rovaniemi a notte fonda!!! Le 18 circa πŸ˜›
Prendiamo possesso delle stanze all’hostel Rudolf, gestito dall’hotel Santa Claus.
La serata l’abbiamo passata in sauna e poi cena in un ristorante vicino all’hotel santa claus. Non ricordo il nome ora. Ma ecco che scattano le considerazioni sulla sauna!

La sauna

Tutti sanno cosa e’ una sauna. Quindi non la descrivero’. Dico solo che i finlandesi usano uscire dalla sauna per fare una corsa sulla neve πŸ˜›
Noi l’abbiamo fatto all’ultimo piano del Santa Claus Hotel. La sauna era molto fica, pulita, contrariamente a quello che dice una affezionata lettrice nelle saune non si cucca perche’ sono divise tra maschili e femminili (poi non so quelle private nelle case), non so in quale saune sia abituata ad andare lei in italia! πŸ™‚
Pensavamo di farla in costume ma poi ci siamo adeguati alle usanze, quella in cui sono stato aveva anche una mini sala conferenze con proiettore e super scrivania lunga. Ci abbiamo trovati dentro alcuni vigili del fuoco a Rovaniemi per un corso di aggiornamento. Appena ci hanno riconosciuto italiani hanno iniziato a buttare acqua sul fuoco all’impazzata, pensando che non avremmo resistito. Invece ci siamo fatti valere! πŸ˜€

Giorno 3 – in giro per Rovaniemi

Rovaniemi e’ la capitale della Lapponia, detto tra noi non e’ una citta’ molto grande, ma e’ gradevole. E si affaccia su un fiume di cui potete vedere una foto:

Ha molti centri commerciali (che abbiamo snobbato), ospita il mc donald’s piu’ a nord del mondo (capirai!), c’e’ un night club che si chiama Onella che i ragazzi hanno molto apprezzato (io me ne sono andato a dormire!). C’e’ L’Artikum, il museo dell’artico incentrato sugli ambienti artici. Molto fico. Suggerisco di andarci.

La seconda cena in Rovaniemi l’abbiamo fatta in questo locale:

Ora non ricordo il nome. Se qualcuno dei lettori che era con me puo’ integrare sarebbe gradito…

Segnalo anche un pub chiamato Hemingway che mi e’ piaciuto molto. Ecco una foto:

A Rovaniemi (per l’esattezza a 8k a nord) si trova il tanto conosciuto Villaggio di Santa Claus. Attuazione spremi super commerciali come non poche in Finlandia. Noi ci siamo andati ma abbiamo trovato il deserto (sara’ che ancora non e’ periodo).

All’interno del villaggio si possono notare delle colonne che indicano il circolo polare artico. C’e’ l’ufficio di Babbo Natale (chiuso, non c’era! peccato!), e l’ufficio postale con gli aiutanti di babbo natale da cui puoi spedire cartoline e prenotare anche la spedizione nel giorno di Natale. Io ho spedito due cartoline.

E’ possibile fare anche escursioni con huski e gatto delle nevi (tutto chiuso). Ne ho approfittato per fare 4 foto:

Nelle vicinanze del villaggio abbiamo trovato l’inizio di un sentiero che entrava nella foresta e ci siamo una passeggiata di due orette. Qui abbiamo incontrato un allevamento di Huski! Appena ci hanno sentito hanno cominciato ad ululare TUTTI INSIEME. Avro’ stimato che erano piu’ di 50! Non imamginate che impressione quegli ululati!!!!

Giorno 4 – Rovaniemi -> Saariselka

Il giorno successivo in macchina per Saariselka, ancora piu’ a nord!

Le macchine in Finlandia

In Finlandia le macchine hanno tutti per legge durante l’inverno i copertoni chiodati (le catene sono fuori legge!), io non ho guidato ma a detta dei piloti la tenuta e’ eccelsa. C’e’ anche chi si divertiva negli spiazzi a fare i testacoda col freno a mano πŸ˜›

Cosa curiosa che ho notato: la benzina si vende di tipi diversi a seconda degli ottani contenuti da quello che ho capito, e dalla capacita’ di tenere il freddo. Vendono anche liquidi per il sistema di raffredamento particolari, ne ho visto due tipo: fino a -20, e altri fino a -26 gradi celsius!!!!

La idea generale che mi sono fatto e’ che i Finlandesi alla guida sono veramente competenti! ma con queste condizioni mi sembra ovvio!!!! Non per niente molti campioni dell’automobilismo e del rally vengono da qui. A Rovaniemi ho anche visto gente andare in moto con le enduro e fare cose divertenti tipo girare derapando con la moto πŸ˜› Anche le donne non se la cavano male, ho visto sorpassi di donne a 110 in strade cosi’:

Arrivati a Saariselka, localita’ di attivita’ sciistiche e ricreative, prendiamo possesso dell’hotel Kieppi.

Saariselka e’ piccola ma offre molte cose da fare, dallo scii di fondo, alle escursioni con i quad o con il gatto delle nevi. Noi abbiamo optato per l’huski safari.

L’huski safari

70 eur a persona per un’ora. Ma la neve non era molta quindi abbiamo contrattato per 20/30 minuti circa a 30 euro. In sostanza una slitta trainata da generalmente 7 cani. Uno in testa, il capo branco. i successivi due sono adulti, poi due giovani, e gli ultimi due sono due adulti potenti. Normalmente i cani sono addestrati per riconoscere le direzioni e le azioni da compiere. Ma noi non ci dovevamo preoccupare perche’ in testa al gruppo c’erano i padroni col quad che davano segni ai cani. L’unica cosa che dovevamo fare era FRENARE. Il freno era un grosso pedale su cui si puo’ salire con entrambi i piedi, munito di uncini che si conficcano nella neve. Ogni slittino ospitava due persone, uno seduto, e l’altro in piedi nel retro dello slittino. Eravamo 7 ma abbiamo incontrato una ragazz japponese, Kumiko, in vacanza da sola, che si e’ unita a noi per il safari.

Ecco il video girato da due compagni di avventura:

Dopo il safari bevanda calda offerta dai padroni del ranch. Oltre a fare queste attivita’ di safari queste persone allevano anche gli huski. Guardate la foto di questo cucciolo:

Giorno 5 – Saariselka – Ivalo e ritorno

L’ultimo giorno e’ stato un giorno passato in viaggio. Prima di tornare in macchina verso Rovaniemi pero’ ci siamo spinti un altro poco piu’ a Nord verso Ivalo, Kumiko, la giapponese si e’ aggregata a noi. Eravamo quasi a 40km dal confine con la Russia. Molto vicini ormai a Capo Nord. Facendo quella strada e’ possibile incontrare laghi ghiacciati con in mezzo pescatori finnici che fanno buchi nei laghi ghiacciati per pescare pesci (no, non sono surgelati!!!).

Lungo la strada abbiamo anche incontrato qualche renna ed alce.

Il viaggio di ritorno e’ durato praticamente 24h! Macchina Ivalo -> Rovaniemi, Treno notturno Rovaniemi->Tampere, volo Tampere -> Dublino.

Altre considerazioni sparse sulla Finlandia:

Wireless gratis

In Finlandia e’ possibile trovare, quasi in qualsiasi locale pubblico, terminali internet a gratis. Nessuno ti chiede alcun documento! Spesso nei caffe’ gli hotspot wireless sono presenti e gratuiti! La banda e’ impressionante anche nei posti piu’ sperduti!

I bagni in Finlandia

I bagni pubblici in Finlandia si pagano! Serve la monetina da un euro! Indecente ma e’ cosi’! In alcuni locali come nei treni pero’ questo non vale.

L’inglese e i Finlandesi

I Finlandesi parlano un buonissimo inglese, anche nei posti piu’ remoti (ok, il pescatore di sopra non capiva un H di inglese! L’eccezione che conferma la regola.)

La ricetta sta nella TV. I film, le serie e le trasmissioni televisive straniere, sono trasmessi SOLO ed ESCLUSIVAMENTE in lingua madre con sottotitoli in Suomi. Un servizio utile anche per i turisti che vengono in Finlandia. In questo momento sin da piccoli sono abituati a sentire inglese. Proponete una cosa del genere in Italia…

Affrontare il freddo

Proteggersi dal freddo e’ facile. Basta ricordarsi la cipolla! πŸ˜›

Vestirsi a cipolla. Utili anche calzamaglie, specie quelle tecniche che vendono ora. Io ho indossato la maglietta termina Canterbury of New Zealand che usavo per giocare a rugby, maniche lunghe. E delle calzamaglie dello stesso tessuto. Utilissimi ed indispensabili beretti adeguati (che coprano le orecchie), guanti, per chi fa foto utili i guanti che lasciano le punta delle dita a vista per usare l’attrezzatura. Un adeguato giubbotto con cappuccio e’ utile. E poi pail a tempesta. Scarponi adeguati.

Per quanto riguarda l’attrezzatura elettronica e fotografica, attenzione alle batterie. Ho notato tempi di scarica mooolto piu’ veloci per via del freddo. Io ho adottato la tecnica di tenere le batterie al caldo dentro qualcosa di caldo come la tasta interna del giubbotto o in mezzo ai guanti.

Comments Posted in Esperienze, Fotografia, Tempo libero, Vacanze, Viaggi
Tagged , , , , ,

Comments

  1. lucia says:

    Ciao,
    grazie,ho letto la tua esperienza in Finlandia.
    Sto per andare nell’Est della Finlandia.
    Utile il tuo consiglio di vestirsi a strati.
    Parto da Fiumicino per Lappeenranta (non so se ho scritto bene..), penso di cambiare i pantaloni in aeroporto …..brrr…
    Lucia

    1. pallotron says:

      buon divertimento!!!

  2. Alessandro says:

    Ciao, non Γ¨ che per caso il posto in qui avete mangiato e non ti ricordi il nome si chiamava AMARILLO????!!!!!
    Vedendo dalla foto potrebbe assomigliarci…..

    Buon viaggio a tuttti

  3. Gizzo says:

    azz non te l’avevo passato????
    scusami…

  4. pallotron says:

    per gli appossionati di fotografia. ho trovato questo utile link su nadir che da alcuni consigli sulla fotografia sotto zero. enjoy! πŸ™‚

    http://www.nadir.it/tecnica/FOTO_MENO20/index.htm

  5. Gizzo says:

    digata (T9 docet) !!!!!!!
    io la finlandia (piΓΊ o meno il tuo giro) la ricordo dall’estate del 98. luglio con sole costante (e le casette non hanno tende/persiane!!!!)
    comunque belli gli huskie, ma i malamute sono i miei preferiti πŸ˜€ d’estate per tenerli in allenamento gli fan tirare carretti con ruote gommate.
    Islanda?
    ti odio πŸ˜›

  6. antonio says:

    nuove frontiere della ricerca antropologica
    io so pure che quelli abbronzati non hanno mai voglia di lavorare.

  7. Fabio C. says:

    Penso che pure gli italiani se li metteste in un frigorifero per giunta buio 6 mesi all’anno diventerebbero civilissimi πŸ™‚

  8. bacco1977 says:

    @Fabio C.
    Certo certo
    I treni italiani sono migliori di quelli scandinavi…….
    Aspetta che finisco di ridere….

  9. pallotron says:

    tampere e’ la seconda citta’ finalndese πŸ˜›
    all’andata abbiamo preso treni molto nuovi. moderni.
    al ritorno, treno notturno, siamo capitati in un vagone stile classico, ma e’ stata colpa nostra che abbiamo voluto stare seduti e non in cuccetta. i vagoni cuccetta erano sapziali. due letti ogni stanza con BAGNO IN CAMERA.
    Comunque non oso immaginare cosa succederebbe in Italia se la gente potesse portare i cani a bordo. Viste le cure igieniche che trenitalia riserva ai treni.
    Comunque dimenticavo di dire che c’erano i compartimenti con i lucchetti per scii e biciclette πŸ˜›
    Di notte non abbiamo fatto molte fermate, manco di giorno a dire il vero. Ora non so quante.

  10. ELiBuS says:

    Vorrei far notare che Tampere e Oulu hanno rispettivamente 200k e 130k abitanti, non proprio Milano e Roma.
    Non solo, non Γ¨ comparabile la tratta in termini di quantitΓ  di passeggeri e quindi di introiti, ma neppure in velocitΓ  visto che Γ¨ l’unica tratta in Italia (Napoli-Milano) con quelle caratteristiche, a parte i 60km di Novara Milano.
    E poi gli etr sono i treni di punta italiani. Mi piacerebbe sapere che tipo di treni avete preso li. Giusto per comparare servizi/prezzi/qualitΓ .
    E poi quanto ci avete messo? Faceva molte fermate?

  11. pallotron says:

    @emitrax: sbagli! πŸ™‚

  12. emtirax says:

    Scommetto che quando vivevi e lavoravi in Sicilia (Italia) un viaggio cosi non te lo potevi permettere. Sbaglio?

  13. pallotron says:

    @fredd: grazie.
    @bacco: le donne finniche sono belle. non c’e’ che dire.

    cmq mi sono dimenticato di dire che il ritorno me lo sono fatto di notte sul treno nello scompartimento ANIMALI DOMESTICI! ahahah! dove la gente saliva COI CANI. ad un certo punto della notte c’erano:

    – un rotwailer
    – un boxer
    – un cane di piccola taglia (questo era il piu’ odioso)
    – un gatto nella sua gabietta

    a parte i primi 15 minuti iniziali in cui c’e’ stato il putiferio tutto e’ filato liscio come l’olio!
    c’era anche gente senza cani che sopportava tutto con un senso di civilita’ assolutamente incredibile!

  14. fredd says:

    Bellissimo viaggio Pallotron! Adesso mi guardo con calma le tue foto, che gia’ dalla preview mi sembrano fantastiche… Un abbraccione

  15. bacco1977 says:

    parliamo di cose serie….
    Che mi dici delle gnocche finniche?????

  16. pallotron says:

    ovvio che non mi riferivo alla velocita’ ma ad altri parametri che ho elencato. non solo pulizia e puntualita’.

  17. ELiBuS says:

    Certo. Spara le date. C’era pure quell’altra cosa della barca a vela, comunque le ferie le ho.

  18. Fabio C. says:

    Ed ecco la mia opionione sui treni finlandesi: comparati con treni italiani stanno mille mila anni avanti.

    Scusa ma gli ETR in Italia fanno senza problemi i 250km/h sulle tratte AV e 160km/h e’ una velocita’ che possono toccare senza problemi pure gli IC.

    Forse ti riferivi alla pulizia e alla puntualita’…

  19. Francesco says:

    Mamma mia che viaggio!
    Ormai che te lo dico affare … sei diventato un mago nelle foto. Peccato per il treppiedi πŸ™

    Comunque … fai delle vacanze da paura! πŸ˜€

  20. pallotron says:

    @elibus: io pensavo di andare in islanda in primavera. ti aggreghi?

  21. ELiBuS says:

    fico!
    Da quando ne abbiamo parlato io mi so scordato… πŸ™‚ altrimenti sarei venuto! SarΓ  per la prossima volta, anzi meta.

  22. barby says:

    Che figata!!!!