RIP

Se sei appassionato di vulcanologia non puoi non aver visitato l’Etna. Il vulcano per eccellenza. Di lui si parla nella mitologia greca. E’ forse uno dei vulcani piu’ conosciuti e sicuri della storia. Monitorato h24. I morti sul vulcano si contano sulla punta delle dita in 20 anni.

Eppure ieri ho appreso la notizia che un fotografo tedesco, appassionato di vulcanologia, e’ morto questo week end sulle sue pendici (fonte Panorama.it)

Thomas lo conoscevo per via telematica, ci ho scambiato qualche messaggio relativo al vulcano, che percorsi fare, mi ha commentato qualche foto, io ho commentato molte delle sue (stupende), ero convinto che ne sapesse della montagna e di come muoversi, pensavo fosse un vulcanologo di suo invece a quanto pare era solo un esperto di biologia!

Ha fatto l’errore, da non fare mai quando si va in montagna, di andare da solo! A quanto dice la stampa pare sia scivolato su una lastra di ghiaccio e abbia impattato con una parete e che abbia mandato un messaggio di soccorso via sms, ma che i soccorsi siano arrivati troppo tardi…

Ricordo che, prima di decidere di trasferirmi in Irlanda, gli chiedetti se aveva voglia di andare insieme a fare fotografie li sopra visto che mi pareva una persona che conosceva sentieri e aspetti del vulcano… questa cosa che e’ morto mi fa un po’ di senso… e se ci fossi stato io con lui? chi lo sa’…

R.I.P.

Per chi volesse vedere il suo photoset su flickr ecco il link.

Comments Posted in Etna, Fotografia, Natura
Tagged , , , ,

Comments

  1. paolo says:

    Mi dispiace per il povero tedesco e capisco benissimo che tu possa essere sconcertato dalla cosa.

    Le foto, non so se sono tue o di chi altro ma….complimenti, sono davvero belle.