Creative Commons, questa sconosciuta…

Questo articolo e’ per coloro i quali non conoscono la licenza in questione, o credono che la licenza in questione sia una cosa che solo i polli deficienti usano, e credono quindi di poterne approfittare.

Ecco un sunto, per gli impazienti che non riescono ad arrivare alle fine articolo perche’ ormai completamente assuefatti da facebook:

  • Creative Commons non vuol dire che l’autore dell’opera e’ un pollo che svende le cose a gratis.
  • Non e’ vero che se io editore voglio usare una opera copera da licenza Creative Commons, ad es. una foto, e mando una email, posso utilizzarla se l’autore non risponde entro 3 giorni.
  • Creative Commons non vuol dire gratis.

Ok, non sono riuscito a mettere tutto su una riga in puro facebook style… se siete arrivati fino a qui potete tornare alle vostre status line. Gli altri continuino a leggere pure.

Io non sono un gran fotografo, diciamo che mi diletto.

Uso flickr per mettere online le mie foto solo perche’ lo ritengo molto valido come sistema (tecnologicamente parlando), le potenzialita’ del mezzo sono tante, ma la gente che ci sta non e’ un granche’, e’ tutto un pullulare di stemmi stemmini, super gif animate, di gente che pubblica solo perche’ vuole stare su explorer etc. Non c’e’ molto spazio per discussioni edificanti sulla fotografia, tecniche, vera autocritica etc.

Su flickr puoi decidere la licenza da applicare di default alle tue foto. Ci sono varie opzioni. Dal classico stretto copyright alla Creative Commons. Io ho scelto quest’ultima per vari motivi: etici e culturali soprattutto.

Comunque, pubblicando le foto li, ogni tanto mi capita di ricevere delle richiesta da parte di editori piu’ o meno professionali/professionisti, che chiedono di utilizzare le mie foto in siti, giornali non molto famosi; spesso si tratta di eventi a scopo no-profit, altre volte no.

Spesso

Oggi ho ricevuto una email:

Dear User;

My name is X and I am the photo editor of Y, a monthly magazine distributed in the Italian
airports. We are now selecting the pictures to be published in the next issue and we would like to use one of yours picture about “baccalร ”.
[ndr: lui e’ il photo editor pero’ pare che non capisce un cazzo di licenze. tra parentesi la foto non e’ che sia una delle mie preferite :D]

We will obviously attribute the photo to you, (give me your name for the credit).
If we choose one of your photos, Iโ€™ll send you the pdf file of the article.
[ndr: e ci mancava che non mi citavate]

You are kindly requested to contact me as soon as possible in order to give me the permission to publish your photograph.
[ndr: minchia, c’ha anche fretta!!!!! non ha tempo da perdere lui!]

Because your photo has been licensed under a Creative Commons License, if you do not reply to this email in three days, I would assume your approval as granted and I โ€˜d list the photo credit as you user
[ndr: cosaaaaaaaa?! se non rispondo entro 3 giorni io do’ il mio consenso perche’ la Creative Commons dice cosi’!??!?!]

Sincerely

Io risposi a questo signore poco fa:

Well, as my photo has been licensed under a creative commons license and your publication is commercial, you cannot publish without my approval even if i dint reply in 3 days!!! ๐Ÿ™‚

look at the license text, it’s very straightforward:

http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.0/deed.en
[ndr: mi pare ovvio che la rivista in questione sia a scopo di lucro, non importa se distribuita gratuitamente! questi signori si fanno pagare gli spazi pubblicitari!]

it says:

“Noncommercial. You may not use this work for commercial purposes.”

the license also says this:

# Any of the above conditions can be waived if you get permission from
# the copyright holder.

[ndr: quindi la condizione di cui sopra puo’ essere infranta solo se l’autore approva, cosa che avrei anche potuto fare se il tipo non si fosse mostrato cosi’ cretino ed arrogante.]

so if you don’t get permission you cannot publish! anyway, i only grant permission to use my pic for free only to non-commercial association and organizations… the others has to pay a simbolic charge of 40 euros.
[ndr: 40 euro, bruscoletti per un magazine.]

Regards

Il tipo mi ha risposto poco fa con un bel “Ok. no problem. thanks a lot and best regards”. Io gli ho risposto “good luck… i’m sure you’ll “find” some pictures for free :P”

Beata ignoranza! La gente non ha idea di cosa sia il diritto d’autore classico, figuriamoci delle nuove innovazioni in tema…

Maggiori info sulla creative commons:

Comments Posted in Diritti digitali, Fotografia, Stampa
Tagged , ,

Comments

  1. pallotron says:

    @Cispo: ovvio! capirai, 40 euro! (non e’ esattamente quello che ha pensato l’editore)

  2. Cispo says:

    quindi niente 40 euro ๐Ÿ˜€

  3. Lyndon says:

    Insieme a Bacco, devo ammettere la mia ingoranza sul tema.
    Sopratutto sulla Creative Commons. Grazie per il post, ora il tema mi rimane molto piu’ chiaro.

  4. pallotron says:

    @ale: beh ovvio. mi pare una ovvieta’. e’ ovvieta’ valida per tutte le attivita’ illecite.

  5. Ale says:

    Se l’avesse pubblicata, manco te ne accorgevi e manco in vita tua te ne saresti mai accorto.
    ๐Ÿ™‚

  6. bacco1977 says:

    sul diritto d’autore…ammetto la mia ignoranza….

  7. Gizzo says:

    complimenti perchรฉ a me nessuno caga le mie foto su flicccher ๐Ÿ˜€
    ergo non ho di questi problemi ๐Ÿ™‚

  8. pallotron says:

    @gizzo: non ho capito. complimenti di cosa?

  9. Gizzo says:

    beh complimenti!!!
    io ti devo mostrare l’ultima follia fotografica ๐Ÿ˜€

  10. andima says:

    hey, well done!!! ๐Ÿ˜€