In differita dai cieli.

Sedile 43k del volo British Airways 48 in volo da Seattle a Londra Heathrow.

Sorvoliamo un’area imprecisata tra Canada e Groelandia. Il monitor di fronte a me indica 5 ore e mezza all’arrivo a Londra.
Abbiamo passato una forte turbolenza che un po’ mi ha fatto pensare a quei poveretti morti in mezzo all’Atlantico. 🙁
Spero di non fare la stessa fine! ahahahahah! 😀

Il viaggio di ritorno inizia con una bella fila lungo l’highway 405 in direzione sud.
15 miglia da percorrere, solo, seduto sul Ford Explorer, soprannominato da me “The Beast.”
Stavolta ho rimpianto di non essere almeno in due per usare il carpool, ma memorizzando le macchine che avevo alla mia sinistra nel carpool mi sono accorto che loro mi passavano, ma poi dopo 5-10 minuti li reincontravo. Segno che il carpool non serve a una mazza? 😀

The Beast si e’ comportato bene, ha sucato solo mezzo serbatoio in due settimane, e rimetterlo al pieno mi e’ costato solo 23$.
Rimpiango solo di non avere avuto dei compagni di viaggio un po’ piu’ attivi come l’ultima volta per poter organizzare qualche escursione nel week end…
Il prezzo della benzina negli USA e’ incredibile. Ecco perche’ gli ammeregani devono continuare a fare la guerra in medio oriente… se vogliono mantenere questi prezzi o cosi’ o cosi’!

I distributori di benzina sono inutilmente piu’ complicati di quelli nostrani, inanzitutto sono blindati, con la tipa, rigorosamente indiana, dietro una postazione con vetri super spessi.

Durante queste settimane la radio e’ stata sintonizzata su 99.9, stazione super figa consigliatami da un collega indigeno; prevalentemente musica rock, sia 70-80 che heavy metal etc.
Alle 8:00-8:30 del mattino c’e’ sempre un programma da sbellicarsi dalle risate con un tipo che non fa altro che lamentarsi di tutto e di tutti e fa partecipare la gente al telefono. Il programma e’ architettato a mo’ di conversazione da bar mattutina con un pugno di amici, slang molto americano, un sacco di bro, man, yo. Gli spettatori intervengono via telefono.
Una mattina parlava del fatto che non e’ vero che negli USA non ci sia discriminazione. Il tipo faceva degli esempi sensati tipo: c’e’ discrimazione in base all’eta’.
Nel mondo ci sono un sacco di 15-16enni molto piu’ maturi di bamboccioni di 40-50 anni, ma per la loro eta’ vengono considerati minorenni e non possono fare molte cose autonomamente, il tipo insisteva che era discriminazione e la gente ne parlava al telefono.

E’ incredibile il numero di volte che ho sentito passare Nirvana, Gun ‘n Roses, Jimi Hendrix (il primo gruppo e l’ultimo autore sono nativi del luogo)!

Il venerdi’ pomeriggio potete farvi quattro risate ascoltando una trasmissione che mi pare si chiamasse The Friday Bad Joke, dove la gente chiama al telefono per raccontare barzellette. Esilarante. Una che mi ricordo faceva:

“Il 98% della popolazione maschile nera americana ama fare l’amore nella doccia. Il restante 2% non e’ ancora andata in prigione!”. AAHHAAHAHA!
Tagliente, ha nel mezzo razzismo/discriminazione contro colore della pelle e sessualita’.

Originariamente avevo il posto 42h, lato corridoio, come piace a me, ma all’ultimo secondo mi hanno chiamato dicendomi che dovevo cambiare posto perche’ NON POTEVO SEDERE CON MINORI. ahhahahaha. Questi inglesi e il loro perbenismo. Scopro poi che i minori in questione erano due teenager anche abbastanza carine. Mah.
Teniamoli nella bambagia questi ragazzi di oggi.

Comunque sono stanco di volare, spero che questa volta me ne possa stare in Europa per un po’!
Il lavoro e’ andato bene, continuero’ le mie robe da Dublino.

Se c’e’ una cosa che odio dei voli intercontinentali sono i bambini che piangono tutto il tempo. Che tortura.

Questo computer da quale sto scrivendo e’ una ficata pazzesca: HP Mini 2140. E’ un netbook niente male con una tastiera quasi full e dimensioni molto ridotte.
Ci ho schiaffato una versione di Ubuntu chiamata Ubuntu Netbook Remix.

Intanto fra 2 settimane circa mi tocchera’ riprendere ancora aerei per andare un paio di giorni in Sicilia per un matrimonio… Non se ne puo’ piu’ di aerei! 😀

Quando mi trovo in questi viaggi penso sempre che ormai spostarsi per il mondo e’ diventata una cosa normale per tutti.
Piu’ di un anno fa ero in Sicilia a prostituirmi per quattro soldi e a sclerare per colpa degli impredituccoli da 4 soldi nostrani. Vittima del sistema di scatole cinesi e vendita di uomini che costituisce il 90% dell’IT italiano. Appalti subappaltati in subappalto. E robe del genere.
Dove lavoro ora non sono venduto a nessuno e non devo fingere di essere nessun’altro. La mia azienda produce software e se lo vende direttamente con le grosse telco in giro per il mondo.
Queste settimane mi sono giovate, oltre che dal punto di vista tecnico (ho messo mano ad un po’ di robe NetApp, ho tirato su cose fighe con Radius, LDAP, Xen, etc), mi sono servite per solidificare il mio profilo in azienda e guadagnarmi un po’ di stima da parte di colleghi di pari grado e non.

Questi viaggi mi fanno riflettere anche sul fatto che ormai non ho paura di andare da nessuna parte, sento che posso trasferirmi ovunque. Non ho problemi di sorta. Penso che dopo aver lasciato casa ormai e’ facile cambiare luoghi ed abitudini, conosci gia’ i meccanismi di autoassestamento perche’ ci sei gia’ passato. Non e’ piu’ un salto nel vuoto come e’ potuto essere quello che ho fatto quando mi sono trasferito a Dublino.

Riflettendo anche su questo non e’ che poi anche andando a Dublino abbia fatto questo salto alla cieca: ci ero gia’ stato, avevo qualche amico che lavorava gia’ li, ho avuto un culo a trovare casa, ed ancora non si era in crisi economica come adesso. Ora che ci penso non so se avrei trovato lavoro se fossi arrivato in questi mesi. Chi lo sa’. Magari si. Magari no. So solo che mi arrivano ogni tanto telefonate e email per nuovi posti di lavoro quindi penso che qualche cosa la valgo.

Questo mese alcune buone notizie sono arrivate! Katia iniziera’ a lavorare part time a partire dal primo Luglio (brava amore mio! :)). La persona che mi ha convinto a trasferirmi a Dublino si sposa con la sua lei questo mese. Ed altre cose che per ora non posso dirvi…

Viaggiare ti fa vedere le cose in modo diverso, piu’ viaggi e piu’ pensi che tutti questi confini e stati sono inutili barriere per il progresso dell’umanita’.

L’inevitabile entropia che caratterizza questo universo ci portera’ ad un miscelamento di culture e popoli inevitabile. Prima o poi (se non ci autodistruggiamo da soli) sara’ l’unificazione totale di culture, lingue e nazioni.
E non ci possiamo fare niente. E’ bello e giusto preservare culture, lingue, cucine, etc. ma nel modo giusto ed armonico. Non si puo’ rinunciare ad avere una societa’ globale che parli una stessa lingua comune piu’ la propria lingua madre, che possa muoversi liberamente all’interno del globo, che possa mantenere la propria cultura abbraccando anche una meta cultura mondiale.
E’ abbastanza assurdo che in questo contesto che gia’ e’ in atto al giorno d’oggi le uniche entita’ che possono andare liberamente ovunque siano le multinazionali.

Mentre invece un marocchino non ha la possibilita’ di recarsi in Italia senza passare per l’inferno burocratico.

Oggi leggevo su internet che in Italia sta nascendo un nuovo movimento la guarda nazionale o qualcosa del genere.
Io mi domando come sia possibile nel 2009 farsi prendere ancora da istinti nazionalisti. Bloccare l’ingresso di QUALSIASI NON ITALIANO. Ma stiamo scherzando?
E’ come se in Irlanda decidessero di cacciare tutti i non irlandesi me compreso. Che geni che sarebebro. Meta’ della richezza irlandese si e’ basata molto sul fatto di attrarre capitali esteri e gente skillata dall’estero… non mi sembra una buona idea…

La ragione per cui ci si fa prendere dai nazionalismi e dal razzismo di questi tempi e’ la situazione di paura ed incertezza che caratterizza i nostri giorni.
Qualunque economista da 4 soldi vi dirette che la popolazione immigrata e’ una risorse per un paese. Ma quei signori vestiti da fasci non lo vogliono capire.
Non vogliono capire che c’e’ 1/4 di mondo che vive ricco sulle spalle degli altri 3/4. E che i rimanenti 3/4 hanno pure il diritto di spostarsi dove c’e’ ricchezza. Daltronde e’ quello che ho fatto io, perche’ non ne hanno diritto anche loro?

E la cosa che piu’ mi fa incazzare, da agnostico quale sono, e’ vedere questa gente difendere i valori del cristianesimo. Ma andate a cacare! Ipocriti di merda.

Ora mi sa che la taglio qui se no queste 4 ore che mi rimangono le potrei continuare a scrivere…

Saluti

Comments Posted in Nessuna categoria
Tagged , ,

Comments

  1. Beppe says:

    Grazie per il link alla radio.
    Ah ben tornato!

  2. ELiBuS says:

    Aggiungo che manco sai leggere, questa è la frase originale:

    “E la cosa che piu’ mi fa incazzare, da agnostico quale sono, e’ vedere questa gente difendere i valori del cristianesimo. Ma andate a cacare! Ipocriti di merda.”

    Quindi non si criticano i cristiani, ma gli ipocriti.

  3. ELiBuS says:

    katrine :
    Ipocriti di merda i cristiani.

    Tanto per rispondere nel merito.
    1. Chi è agnostico non vuol dire che non capisce un cazzo di altro, magari ha semplicemente scelto conoscendo.
    2. Chi è arrivato ad una scelta, magari attraverso un percorso, magari facendosi domande, ha conosciuto (magari) anche cristiani e cristianesimo, forse pure meglio di te. Per citare un esempio al contrario Magdi Cristiano Allam. Secondo il tuo “ragionamento” non capirebbe un cazzo di religione musulmana. Secondo me invece non ci capisce un cazzo di religione cristiana, visto che si è candidato con l’UDC.
    3. Per come parli e quel che dici, mi sembri un ottima cristiana.

  4. Andrea says:

    hai toccato un bel po’ di punti, bel post. Commenti un po’ più coloriti del solito, ma tant’è

    🙂

    Andrea

  5. bacco1977 says:

    @Gizzo
    mi scuso gizzo.
    Al Nord Est mangiano i gatti…….

  6. Gizzo says:

    noto odio razziale verso quelli del nord-est.
    e mi sta anche bene.
    peró lasciate stare la polenta, che la mangiamo anche a nord ovest.

  7. kat says:

    @ Pallotron: Scusa mica abbiano iniziato noi….possiamo divertirci oppure no? Ma Katrine sarà ancora a raccogliere pannocchie??

    @ Antonio: in effetti il tuo intervento è più spiritoso del mio…questa delle pannocchie è proprio una bella battuta…dovrò inventarmi altro per superarti terrone di merda…ah ah ah ah :)…

  8. pallotron says:

    minchi non n’aviti chiffari! 😀

  9. bacco1977 says:

    @kat

    E Pensare che una volta quelli del Nord erano pure piu’ avanti di noi…
    Ora si sono ridotti a guadagnare quanto i Napoletani!!!!
    Complimenti Pulentaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!
    Ma i gatti nel Nord Est continuano a mangiarli??????

  10. kat says:

    @Antonio: che schifo le pannocchie sbucciate con il culo no…che se le mangi lui…anche perchè con uno stipendio da € 1000,00 non potrà permettersi altro :)….oggi sono creativa 🙂

  11. antonio says:

    ti manda le pannocchie al forno, specialita’ del nord-est d’italia

  12. kat says:

    @ Oh ma io mica ho i baffi 🙂 che mandi delle provole ragusane o del pistacchio di Bronte…il rasoio lo lascio a sua sorella… 🙂

  13. bacco1977 says:

    @antonio
    dai Katrine.
    Tranquilla pero’…puoi farcela anche tu…..puoi sempre riciclarti come velina a Villa certosa….
    Berlusconi fortunatamente per noi e’ del Nord……Mica terrone?

  14. pallotron says:

    ma fatela esprimere!!!! non limitate la sua liberta’ di sparare cazzate contro di me 😀
    me ne potrei dispiacere.

  15. pallotron says:

    antonio :

    … sbucciare pannocchie col culo…

    sbucciare pannocchie col culo… aahahah. sei un poeta fai-da-te!

    @katrine
    occhio che ti arriva una testa di cavallo stanotte… ahahah!
    ah per il rasoio per piacere non usare posta celere pacco internazionale…

  16. kat says:

    @ katrine: I baffi forse li avrà tua sorella…e cmq l’invidia è davvero una brutta cosa..prenditi qualche antispastico per la gastrite…mi sa che ti serve….

  17. antonio says:

    katrine :
    Ipocriti di merda i cristiani.
    certo, detto da uno che non ci capisce un cazzo, in quanto agnostico, e’ davvero indice della tua bassezza culturale fai-da-te .
    Ma perche’ voi terroni non vi hanno licenziato ancora? a pagare 3k al mese un terronazzo di merda che ha solo imparato smanettando al Lug, quando nel tuo bel mondo globalizzato di merda multietnico, ci sono X mila tuoi cloni che lo fanno a 1k al mese…

    Chissa’ perche’ non hanno assunto te che guadagni 1k al mese? bohhhhh
    Torna a sbucciare pannocchie col culo col tuo contratto a progetto!!!

  18. katrine says:

    Ipocriti di merda i cristiani.
    certo, detto da uno che non ci capisce un cazzo, in quanto agnostico, e’ davvero indice della tua bassezza culturale fai-da-te .
    Ma perche’ voi terroni non vi hanno licenziato ancora? a pagare 3k al mese un terronazzo di merda che ha solo imparato smanettando al Lug, quando nel tuo bel mondo globalizzato di merda multietnico, ci sono X mila tuoi cloni che lo fanno a 1k al mese…
    Forse non vi lincenziano perché avete le solite protezioni mafiose…
    Salutami gli altri due terroni raccoglipummarola che si sposano da migranti! hahah
    Domani ti spedisco un bel rasoio per i baffi di Katia!

  19. LoneStar says:

    ahaha vabbè era solo un’osservazione semi seria, e cmq ci sono sicuramente tutta una serie di motivi di tipo “enterprise” per preferire un sistema di questo tipo

  20. pallotron says:

    @LoneStar
    lonestar non posso ribattere. perche’ ignorante di storage. ma sono sicuro che avra’ qualcosa di piu’ conveniente o piu’ comodo di freenas. comunque scrivi a netapp. io alla fine mi ammucco solo lo stipendio. mica sono tifoso 😀

  21. LoneStar says:

    Senti pallo, venerdì ho messo mano su un NetApp N3300, e ci sono rimasto di merda: uno schifoso Celeron con bios AMI e un firmware evidentemente linux o bsd based..
    In pratica la stessa cosa di un qualsiasi PC con FreeNAS.
    Ma insomma! 🙂 non costasse quello che costa…

  22. Gizzo says:

    non ho mai detto che gli irlandesi sono razzisti.
    i media sono contro di me.
    c’é un complotto.
    si viola la mia privacy.

    a parte le fesserie, non ho detto che l’Irlanda intera é razzista. ho riportato di aver sentito dire da persone che gli immigrati rubano lavoro, che i polacchi dovrebbero tornare a casa.

    poi se in futuro resteranno la minoranza, o se fonderanno un partito e creeranno le ronde celtiche, non é dato saperlo.
    se serve, scrivo nero su bianco che (nonostante il clero e la sua influenza) l’Italia é immensamente piú fascista e intollerante dell’Irlanda.

  23. pallotron says:

    ma l’Italia senza immigrati sarebbe persa. mi raccontavano che al sud della sicilia, nella zona del ragusano, dove l’agricoltura la fa da padrona, e’ difficile trovare cittadini disposti a lavorare come braccianti… cosi’ come il settore edilizio. la verita’ e’ che gli immigrati sono una risorsa indispensabile per ogni stato. il discorso poi e’ che da noi poi arrivano o si trasformano in delinquenti perche’ il sistema italia che glielo permette, se manco i potenti rispettano le regole figuratevi i poveracci…

  24. bacco1977 says:

    personalmente, sono d’accordissimo col direttore.
    Mai sentita una parola contro gli stranieri se non dai knacker………….
    Potrei poi citarti le ronde anti immigrati……Ma non mi pare la facciano a Dublino…Era forse Galway????????
    Eri Cowen che ha detto che Dublino era una citta’ di neri, o Silvio relativamente a Milano?

  25. antonio says:

    @Gizzo
    Ma di cosa parli? Ogni qual volta c’e’ un dibattito pubblico su rte chiunque ribadisce che gli immigrati sono una grande risorsa per l’irlanda e nessuno si e’ lanciato mai in sproloqui di irlanda agli irlandesi o dicendo che dublino sembra una citta’ polacca.

    Inoltre non mi pare che ci siano movimenti o partiti politici di impronta razzista che prendono qualcosa alle elezioni. Se ci fosse veramente questa insoddisfazione generale e questa volonta’ di rimpatriare forzatamente gli stranieri non credi che costoro, come in inghilterra succede col BNP, avrebbero anche una minima rapprestanza politica?

    Ricordiamoci che il paese che riamnda i barconi in Africa, con la complicita’ di dittatori di merda, poi ospitati a Roma, non e’ mica l’Irlanda.

    Fortunatamente l’Irlanda fino a 20 anni fa era un paese di emigrati quindi molti della generazione presente conoscono qualcuno che e’ andato via a cercare lavoro. Non so se in futuro la situazione cambiera’, in Italia ci siamo scordati gia’ tutto.

  26. Gizzo says:

    non ti credere che in irlanda non ci sia chi nutre sentimenti fortemente razzisti…..che vedrebbero di buon occhio un rimpatrio forzato degli stranieri 😉

  27. bacco1977 says:

    @pallotron
    la ascoltavo sempre anche io….

  28. pallotron says:

    esatto.
    cmq la radio: http://www.kisw.com/pages/264665.php
    ormai posto solo link.
    stanotte sono riuscito ad addormentarmi alle 5… e mi sono svegliato alle 11.30 🙁

  29. bacco1977 says:

    bacco1977 :
    sovversivo, verranno a prendere anche te!!!
    Manganello ed olio di ricino is back!!!!
    Io sono il loro braccio armato dublinese….Ronde antiKnacker da lunedi’!!!!

    ovviamente scherzo….si dovrebbero vergognare….

  30. bacco1977 says:

    sovversivo, verranno a prendere anche te!!!
    Manganello ed olio di ricino is back!!!!

    Io sono il loro braccio armato dublinese….Ronde antiKnacker da lunedi’!!!!

  31. pallotron says:

    @bacco1977
    ho appena ricevuto l’sms di notifica, mi dovrebbe arrivare entro oggi. c’e’ un sito apposito chiamato mylostbag.com

  32. bacco1977 says:

    @pallotron
    tranquillo….e’ normale se i due voli sono troppo vicini. Dovresti farti prenotare voli a distanza di 3/4 ore per andare sul sicuro. Perdi un po’ di tempo in aeroporto, ma almeno vai sicuro.

  33. pallotron says:

    grazie per il bentornato, mi hanno anche perso la valigia! 🙁 il volo da seattle e’ atterrato con ritarto a londra e sono arrivato al gate per dublino correndo come un pazzo per 15 minuti saltando code.
    mentre io sono riuscito a salire sull’aeromobile credo che la valigia non ce l’abbia fatta. speriamo che me mi arrivi domani a casa. ho gia’ fatto la denuncia.
    du palle.

  34. bacco1977 says:

    vedi che quando nn c’e’ bacco non ci si diverte?

  35. bacco1977 says:

    bentornato!