Il McItaly

Guardatela, questa immagine qui sotto, perche’ e’ il simbolo di un epoca.

Questi sono i nostri rappresentanti nel mondo, vestiti da dipendenti McDonald, una societa’ che ha licenziato una dipendente perche’ rea di aver messo una fetta di formaggio aggiuntiva nel panino di un collega consentendogli di rubare 50 centesimi all’azienda.

Le recenti cronache parlano di un articolo di  Matthew Forth sul Guardian, che condivido al 100%, molto critico su cio’.

Il nostro rappresentante risponde cosi’, con una dialettica che rasenta il quoziente intellettivo di una ameba:

«La sinistra e i suoi megafoni continuano ad abbaiare alla luna, sempre più lontani dai reali problemi e chiusi nella loro sterile ortodossia mentale, che danneggia ogni tipo di sviluppo e ostacola una visione chiara della realtà. Con rammarico, vogliamo dare una brutta notizia a questa sinistra: Stalin è morto. (ndr: e sti cazzi?) E siamo certi che non si è mai seduto in un McDonald’s, cosa che invece fanno migliaia di ragazzi europei tutti i giorni». Il ministro poi ha elencato le difficoltà che gli agricoltori europei stanno vivendo in questo periodo e afferma che «l’operazione McItaly porterà ogni mese nelle tasche dei contadini italiani 3.488.000 euro di nuove entrate». Inoltre, continua Zaia, «ciò consentirà ai clienti di McDonald’s di mangiare un panino sano fatto con soli prodotti italiani». Il ministro si augura che l’operazione McItaly «convinca le persone ad abbandonare il cibo spazzatura in favore di un’alimentazione più sana».

Io non mi sento rappresentato da un  tipo di questo rango. Ma che cazzo c’entra Stalin? Che c’entra la sinistra? Qualcuno fa notare che McDonald ha sempre ribadito di approvigionare le carni da un distributore italiano (tal Cremonini) cosi’ come tutti i prodotti utilizzati nei panini prodotti in Italia siano italiani. A chi vuole prendere per il culo il Ministro?

Qualche amico in Italia mi ha detto che c’e’ gia’ la pubblicita’ su Repubblica, sul giornale di carta, e pare sia pagata dal Ministero, il governo che fa la pubblicita’ ad un privato, coi soldi dei contribuenti, ditemi voi se questo non suona assurdo 🙁

Utilizzare il McItaly di McDonalds (ristorante che ha fatto del fast/junk food un culto) per pruomovere la cultura del buon cibo italinao?!?!?!!? io rimango allibbito… davvero….  l’hamburger in quel modo non fa parte della nostra cultura 😀

L’articolo originale e’ qui.

Comments Posted in Politica
Tagged , , ,

Comments

  1. Amy says:

    purtroppo in molti paesi contemporanei i soldi, il business vanno oltre il rispetto per la propria cultura e di questo se ne trovano prove evidenti un po’ ovunque.. purtroppo..

    > Io non mi sento rappresentato da un tipo di questo rango
    e infatti non ti rappresenta!

  2. bacco1977 says:

    tra qualche anno avremo buttato nel cesso qualcosa come 2000 anni di storia.

  3. > Qualche amico in Italia mi ha detto che c’e’ gia’ la pubblicita’ su
    Repubblica, sul giornale di carta, e pare sia pagata dal Ministero, il
    governo che fa la pubblicita’ ad un privato, coi soldi dei contribuenti

    E’ questo che é assurdo…chiunque “pensa” di pagare le tasse per dei servizi, e questo rende le tasse un onére ed un onore.

    Ma tra il post di oggi dei cavesi ( riguardo la sanitá italian ) ed il tuo, capisco che in 10 anni di lavoro in italia sarebbe stato quasi meglio lavorare solo in nero, invece che rendermi complice…

  4. LoneStar says:

    I McDonald non vanno nemmeno considerati ristoranti. Sono tavole calde o al massimo paninoteche.

  5. andima says:

    purtroppo in molti paesi contemporanei i soldi, il business vanno oltre il rispetto per la propria cultura e di questo se ne trovano prove evidenti un po’ ovunque.. purtroppo..

    > Io non mi sento rappresentato da un tipo di questo rango
    e infatti non ti rappresenta!

  6. Angelo says:

    Mi sa che è proprio la prima volta che un ministero dà il proprio patrocinio per un’iniziativa puramente commerciale… no?