Humor

Oggi e’ il giorno dei sysadmin.


SysAdminDay

Oggi e’ il System Administrator Appreciation Day!

Da 8 anni a questa parte, ogni ultimo venerdi’ del mese di Luglio, tutti gli utenti di calcolatori, e macchine in genere, vengono sensibilizzati a mostrare apprezzamento e ringraziamento a quanti fanno il meschino, logorante, stressante (ma anche bellissimo) lavoro del sysadmin. Attenzione: ci sono anche altri lavori stressanti nel campo IT come quello del programmatore! 🙂 Lungi da me non dire che solo il sysadmin e’ stressato 😛

Un sito ad hoc e’ stato creato ed e’ reperibile alla URL http://www.sysadminday.com

Mi limitero’ a tradurre qualche spezzone della homepage:

Un sysadmin ha spacchettato il server che ospita questo sito dal suo scatolo, ha installato il sistema operativo, ha applicato le patch di security, si cura che il sistema di alimentazione e l’aria condizionata funzionino nella server room, monitora la sala server per assicurare stabilita’, configura il software, e tiene i backup in caso qualcosa vada storto. Tutto per far i modo che i servizi che voi usate funzionino.

Un sysadmin installa i router, passa i cavi, configura le reti, configura i firewall, guarda e guida il traffico per ogni nodo della rete che gira su cavi, fibre ottiche, e nache nell’aria per far si’ che Internet arrivi sul tuo computer.

Un sysadmin si assicura che la tua connessione alla rete sia sicura, disponibile, e funzionante. Un sysadmin si assicura che il tuo computer stia girando nella maniera sicura, in una rete sicura. Un sysadmin fa i backup per proteggerti contro i disastri umani e non, protegge le porte contro i crackers, mantiene le stampanti funzionanti, non importa quante copie qualcuno del reparto amministrativo faccia.

Un sysadmin si preoccupa dello spam, dei virus, degli spyware, ma anche dei blackout, del fuoco, e dei flood.

Quando un server email va giu’ alle 2 di notte di lunedi’, il sysadmin riceve messaggi sul suo pager, si alza, e va a lavorare.

Un sysadmin e’ un professionista, che pianifica, si preoccupa, hackera, sistema, difende, crea buone reti di computer, per conservare i tuoi dati, per aiutare il tuo lavoro, per portare la potenza dei computer sempre piu’ vicina alla realta’.

Quindi, se tu puoi leggere questo, ringrazia il tuo sysadmin, e sappi che lui o lei e’ solo uno delle dozzine o possibilmente centinaia che lavorano per far si che le email di tuo zio, i messaggi messenger di tuo figlio, le chiamate gratis al tuo amico in Australia, questo sito, funzionino.

Mostra il tuo apprezzamento

Venerdi’ 27 Luglio 2007, e’ l’ottavo Sysadmin Appreciation Day annuale, in questo giorno speciale internazionale, dai al tuo sysadmin qualcosa per mostrare veramente il tuo apprezzamento al suo duro lavoro e dedizione.

Fallo, i sysadmin non hanno rispetto per 364 giorni all’anno. Questo e’ il giorno in cui ogni collega Sysadmin verra’ coperto di macchine sportive costose, montagne di denaro in apprezzamento al loro lavoro! Ma seriamente, stiamo chiedendo semplicemente pensierini, e qualche apprezzamento pubblico. E’ il minimo che possiate fare.

Considerate tutti i task scoraggianti, e le lunghe ore di lavoro (anche nei week end). Ad essere onesti, qualche volta non conosciamo bene i nostri sysadmin cosi’ come loro ci conoscono. Ricorda che questo e’ un giorno per gratificare il tuo sysadmin per i suoi contributi al tuo posto di lavoro. Ringraziateli tutti per per le cose che fanno per te e per il vostro business.

Condividete questo messaggio!

Si torna a lavoro

Ebbene si, le vacanze sono terminate (se di vacanze si puo’ parlare…).

La giornata e’ iniziata con una collega dell’amministrazione che veniva da me e mi chiedeva: “Angelo ho il monitor che non funziona puoi venire?”. Io chiedo: “come mai?”. E lei: “boh!”. Io vado e trovo scritto questo sul monitor:

The monitor is working, Check the Video Cable

Mi abbaso a 4 piedi sotto il tavolo, avvito il connettore VGA… il problema e’ che era lento… la gente non legge lo schermo, ma che ci posso fare… 🙂

Comunque, credo di aver adottato tutta la cortesia possibile per non ledere la sensibilita’ degli interessati. Altro punto per il prossimo premio di produzione?!?! 🙂
Probabilmente aveva capito il messaggio ma mi ha chiamato, comprensibilmente, perche’ non le andava di chinarsi atterra, e la capisco.

Cambiando argomento vorrei comprare, su ebay, questa macchina fotografica digitale reflex.

Canon EOS 350D

Voi che ne pensate? Vorrei anche io capirne un po’ piu’ di fotografia, imparare cose nuove…

Pensateci bene prima di fare i sysadmin

Ragazzi, se leggete questo blog e avete aspirazioni di intraprendere la nobile e derisa arte del sysadmin per lavoro (almeno in Italia, o in certe aziende o parti dell’Italia o del mondo) leggete questa storia e poi CAMBIATE IDEA.

Per 1 ora oggi mi e’ sembrato di aver vissuto dentro una puntata di beautiful, oppure dentro una trasmissione di pettegolezzi vari alla Uomini e Donne, Amici, Grande Fratello, etc, etc.

Oggi era il giorno in cui alcuni dipendenti dell’azienda in cui lavoro (tra cui io) hanno incontrato la nostra collega milanese (con qualita’ di HR Manager), venuta dritta dritta da Milano a Catania, per discutere, insieme al nostro Manager di riferimento, gli obbiettivi raggiunti e gli eventuali premi dopo l’anno 2006 appena trascorso, e per stabilire i nuovi metodi di valutazione degli obbiettivi per l’anno a venire, con le quote e le percentuali del relativo premio.

Ho aspettato il mio turno, che e’ arrivato, tanto per cambiare, alle ore 18.00. Ma questo non e’ un problema, ormai rimanere fino almeno alle 19:30 in ufficio ultimamente sta diventando la prassi.

Ad ogni modo mi fanno accomodare, dopo un po’ di chiacchere non lavorative mi passano il risultato del corso di inglese aziendale. Pare che io non sia poi cosi’ male rispetto agli altri miei colleghi. Pare che io sia attestato tra il livello B1 e B2 del “Common European Framework of Reference” (maggiori informazioni qui). Il testo di valutazione scritto direttamente dalla prof madrelingua dice che sarei pronto per non ricordo quale certificazione della CrambridgeUniversity…

Il Manager che affiancava la collega milanese (che tralaltro non era il mio manager di riferimento, incaricato a giudicarmi e a fornire feedback sul mio operato, ma un’altra persona), ha iniziato a parlare della affidibilita’ delle mie competenze, delle mie attivita’; dei feedback estremamente positivi ricevuti dai clienti presso cui sono stato in consulenza; dalla mia trasversalita’ all’interno di tutte le attivita’ aziendali.

Tutte cose positive, ma che sono state completamente minimizzate, e che hanno preceduto di poco il surreale pippone alla quale ho assistito e che francamente ha minato alla base la mia serenita’ di stare dove sto. Un discorso allucinante basato sul mio modo di rapportarmi con alcuni colleghi in ufficio. Sono stato descritto “poco incline ad essere disponibile alle richieste di aiuto/supporto anche se stupide da parte degli utenti meno skillati” (segretarie, commerciali, manager vari).

Hanno anche criticato questo blog, dove peraltro non ho mai citato nomi, cognomi, nomi di aziende, ma dove ovviamente qualcuno di e’ identificato! 🙂

Hanno fatto notare come negli ultimi tempi io rispondessi con tono di forte seccattura ad ogni richiesta tipo:

  • Non mi funziona la stampante;
  • Non mi funziona la posta;
  • Non accedo all’internet;
  • Etc etc etc

La sensazione che mi ha esternato la persona con cui ho parlato, e’ quella di essere uno che considera i problemi degli altri come stupidi, banali, problemi che non ho voglia di risolvere perche’ so che sono stronzate del tipo cavi staccati, incompentenza nell’utilizzo delle tecnologie, etc.

Pensate che sia cosi’? Probabilmente confesso che una buona parte di verita’ c’e’.

Sono permaloso, e scorbutico: prendere o lasciare.

Mi e’ stato spiegato il motivo del perche’ “stranamente” negli ultimi tempi alcune persone facessero a meno di chiedere il mio aiuto ma ripiegassero su un altro mio collega, alla quale tralaltro mi dispiace aver causato un certo sovraccarico di stronzate da risolvere, e della quale mi sarei potuto benissimo accollare la meta’.

Mi e’ stato detto che da tempo si pensava di parlarmi di questo problema, e che e’ stato scelto questo momento per farlo. GUARDA CASO! CHE COINCIDENZA! 🙂

Il risultato di tutto cio’ e’:

  • Premio di produzione annuale diminuito (meno del massimo previsto dalle policy aziendali, 10% del lordo annuo, che a partire dal 2007 e’ stato notevolmente ridimensionato);
  • Nessun aumento, e c’e’ chi e’ entrato molto dopo di me e lo ha preso. La decisione di darmi o no questo aumento (che poi sara’ di 100 euro si e no, capirai che differenza) e’ stato rimandato a 3 mesi, a seconda di come io mi comportero’! ahahaha! Cioe’, e’ assurdo! Se fai il bravo bambino e non ci insulti ti diamo la caramella!

Qui da noi si dice: “Bella tagliata di faccia!”

Non contano tutte le cose fatte in passato? Tutto il know how che ho portato in azienda? La disponibilita’ ad aiutare i tecnici ed i manager? Le belle figure che ho fatto fare?
Da quando l’atteggiamento di un dipendente verso dei colleghi e’ determinante per l’attribuzione di aumenti?

Io penso che e’ stata solo una scusa bella e buona per giustificare non so cosa.

Mettere delle questioni personali tra dipendenti come elemento determinante… io credo che questo sia un problema che avrei dovuto discutere personalmente con le persone coinvolte.
Ma poi, se queste persone si sentono offese vuole dire che sono coscienti dei problemi limiti, quindi non dovrebbero offendersi.

Come ho reagito io? Dicendo: “ok se e’ questo il problema cercero’ di essere meno scorbutico” .
Mi sembra di essere passato per l’uomo nero che terrorizza! ahahaha! pazzesco davvero…

Ho cercato di tenere presente che un system administrator deve fare solo quello, specie quando ha decine di macchine da gestire, 50 utenti a cui stare appresso, due sedi da tenere d’occhio, backup da fare, script da codare, utenti da sensibilizzare, soluzioni da sviluppare per l’ottimizzazione del lavoro all’interno dell’azienda.

Non puo’ anche prendere parte praticamente a tutti i progetti sviluppati in azienda.

E’ logico che uno sclera e si mostra indisposto mentalmente, andare a vedere altri post recenti (alcuni sotto). Se vi trovaste anche voi alle prese con problemi allucinanti che non vi fanno dormire la notte, che tolgono la possibilita’ di far lavorare una 50ina di persone, oppure per la cui state perdendo 2gg della vostra vita senza cavare un buco dal ragno, vi ritrovereste nel mio stesso stato quando un clue-less qualsiasi viene ad interrompervi per chiedervi cosa e’ uno switch, o altre cose che per voi sono sciocchezze.

http://blog.angelofailla.com/2006/03/10/lamministrazione-di-sistema-e-la-sindrome-della-personalita/
http://blog.angelofailla.com/2006/10/24/no-i-will-never-fix-your-computer/
http://blog.angelofailla.com/2006/11/12/rivisitazioni-di-post/
http://blog.angelofailla.com/2006/11/20/inizio-settimana-oggi-non-e-una-buona-giornata/
http://blog.angelofailla.com/2007/01/24/per-fare-il-sysadmin-ci-vuole-la-vocazione/
http://blog.angelofailla.com/2007/02/28/ma-la-gente-capisce-quello-che-fa-quando-lavora/
http://blog.angelofailla.com/2006/10/24/no-i-will-never-fix-your-computer/

http://blog.angelofailla.com/2006/07/28/sono-forse-troppo-buono/
http://blog.angelofailla.com/2006/03/28/ci-vuole-pazienza/
http://blog.angelofailla.com/2006/06/15/ecco-riassunto/
http://blog.angelofailla.com/2006/02/20/mannaggia-a-voi/
http://blog.angelofailla.com/2006/03/23/mah-questi-professionisti-it/
http://blog.angelofailla.com/2006/02/13/ma-io-ti-uccido/
http://blog.angelofailla.com/2006/02/10/aiuto-non-mi-conedo-a-linterned/
http://blog.angelofailla.com/2006/01/20/differenze-tra-il-mondo-it-italiano-e-quello-estero/
http://blog.angelofailla.com/2005/12/07/sono-veramente-stressato/
http://blog.angelofailla.com/2005/11/11/la-filosofia-del-sysadmin-a-lavoro/

Siete ancora sicuri di voler fare il mio mestiere?!?!?! 🙂

Ed ora, per sdrammatizzare, un occhio qui: