festa

Back online

E rieccoci di nuovo online.

Molti di voi avranno notato alcuni dei blog piu’ cacacazzi e terroni della blogosfera dublinese sono stati giu’ per diversi giorni… controller della scheda madre che imputtanava i dischi. Grazie al Direttore per aver ripristinato il tutto, con un po’ di culo; questa volta l’abbiamo scampata bella. Mai piu’ ReiserFS!

Comunque non avrei perso tutto, nel peggiore dei casi avrei dovuto ripristinare dall’ultimo backup datato 26 Febbraio, e poi avrei aggiunto i post presi dall’aggregatore.

In questi giorni lavoro come un mulo, non so piu’ come spartirmi 🙁

Un collega irish e’ passato dal gruppo di Support a quello di Deployment e il mio capo l’ha affidato a me per “aiutarmi” in un nuovo progetto di cui sono team leader per il lato Operations; devo quindi fare da babysitter 8 ore su 8, e questo mi fa perdere un sacco di tempo anche considerato il fatto che non e’ che questo sia una cima… poco male, cerchero’ di sfruttarlo per fare conversation 🙂

St. Patrick e’ passato, e’ il mio secondo San Patrizio in Irlanda, lo scorso anno non ero a Dublino, ma nel West Cork col Direttore e altri.

Martedi’ sono uscito relativamente presto per recarmi in zona Parnell Sq. per incontrare il Gizzo e fare qualche foto insieme.

In questo posto si radunano tutti i partecipanti alla parata prima che essa parta, quindi e’ un buon momento per fare fotografie:

  • Non c’e’ troppa confusione e ti puoi intrufolare nella parata passando le transenne, la garda chiude un occhio
  • Puoi fare scatti in tutta comodita’ spostandoti da un gruppo all’altro
  • La parata non e’ in movimento quindi se ci ripensi puoi tornare indietro verso un gruppo
  • La luce delle 10 e’ meglio di quella che trovi alle 12-13-15

Ogni tanto venivano quelli della frontline security, ci chiedevano il pass, e ci buttavano fuori, ma noi rientravamo 😀

Io e Gizzo abbiamo giocato a “guardie e ladri” per un paio di ore fino a quando non abbiamo consolidato la nostra posizione in un punto strategico ed a parata iniziata, con tutta la gente che c’era accalcata alle transenne, non era piu’ praticamente possibile farci uscire a meno di spostare masse ingenti di gente 😛

Comunque S. Patrizio e’ una normale parata, niente di che, con bande (soprattutto bande musicali provenienti dagli USA), carri, etc.

Abbiamo anche incontrato un gruppo di “suonatori di tamburi medievali” (non ricordo ora come si dice correttamente) di non ricordo quale comune della Lombardia.

Fortissimo il nonnetto con la bicicletta, vestiti in modo stravagante!

nonno

C’era anche Dracula, Charlotte, macchine d’epoca, centauri, una flotta di Volkswagen Bettle, etc etc.

Fortissimo il gruppo di comici, ho scattato questa foto che secondo me e’ geniale:

bible

Potete trovate le foto nel solito posto (oltre che nella sidebar qui sulla destra).

Alle 12.00 avevo gia’ fatto foto a tutta la parata cosi’ ho deciso di tornarmene a casa!

Time to fly

Sorry, but this post is not available in English

Catania, Sicily East Coast, Italy, day 0.

E’ ora di partire, alle 15.20 volo per Roma. Poi dormo da Elibus e via volo da Ciampino per Dub.

Ieri una giornata a pesare valigie, mi sono perfino messo con la bilancia da cucina, per provare tutte le combinazioni al fine di non superare i limit Ryanari: 15kg per bagaglio in stiva, 10kg per quello a mano.

Alla fine il risultato e’: 14.5 kg e 9.5kg. Perfetto. La valigia che Katia mi aveva prestato era rigida e pesava gia’ da sola 4.7 kg. Ne ho comprata una col 50% di sconto, 45 eur, (un negozio in zona fiera era chiuso se no compravo li a molto meno). La nuova e’ semirigida e ci entra Dio.

Poi ho anche comprato una Tamrac Aero 80, cosi’ posso portarmi sia il portatile che l’attrezzatura fotografica, per la gioia mia e degli amici flickeriani 😀

Sorry, but this post is not available in English

Lo zaino e’ fico e ben progettato, c’e’ scritto anche che e’ compatibile con le misure dei bagagli a mano delle compagnie aeree piu’ pignole (leggi Ryanair).

Ieri bella serata con i ragazzi del San Gregorio. C’erano quasi tutti! Non me lo aspettavo. Mancavano Carmelo, i due Angeli (Colaiemma e Vitaliano), Marco Suaria, causa febbre. Emiliano e i Ragusani (Nocciolo se leggi questo blog ho ricevuto i tuoi messaggi su msn ma non riuscivo a risponderti, cmq grazie di avermi pensato), e qualcun altro. Ho ricevuto una bella felpa di Robe di Kappa, azzurra, con la scritta ITALIA. Diciamo che sono pronto per entrare allo stadio per la partita Irlanda – Italia.

Dicono che c’e’ anche un altro regalo che Ivo e gli altri che salgono a Dub mi porteranno… non so altro… ma se la ridevano. chissa’ cos’e’ 😀

I ragazzi mi hanno anche regalato un beretto tutto blu scuro, con la scritta San Gregorio Rugby – Pallotron 9 ½ (scommetto che appena lo vede Il Direttore si sganascia dalle risate! ahahha)

9 ½ == 9.5 == ho giocato sia a mediano di mischia che all’apertura.

Un regalo in particolare mi ha colpito. Tino mi ha regalato la sua maglia della Benettron Treviso U.19, quella della finale scudetto Under 19. Si e’ privato di quella maglia per farmi un piacere. Mi ha colpito molto, non lo dimentico. E’ stato un bel gesto. Non ho intenzione di indossarla, la incornicero’ in un quadro e poi si vedra’.

Alle 15.20 parto. Magari scrivo qualcosa da Roma o al limite da Dub.