Stampa

60.000 file!!!!! UUUUUUH! COMPLOTTO!!!

Ormai i giornali non sanno piu’ che inventarsi per fare lettori!

«Brenda forse ucciso da un trans». Nel pc requisito oltre 60 mila file

ROMA – Sono 60 mila i file, tra visibili e cancellati, presenti nel computer di Brenda, la transessuale testimone nell’inchiesta sul caso Marazzo […]

I consulenti tecnici nominati dalla procura stanno completando la scansione dell’hard-disk del pc: al momento è stato recuperato il 16 per cento del contenuto

SESSANTAMILA FILE!!! COMPLOTTO!!!!! MIO DIO CHE COSA SARANNO TUTTI QUEI FILE PIENI DI VIDEO PORNAZZI E COMPROMETTENTI?

16% file fin’ora recuperati, alle elementari mi hanno insegnato a fare le proporzioni:

60000:16=x:100 ===> x = 60000 * 100 / 16 = 375000

Ci saranno circa 375000 file in quel computer, se la cifra del 16% e’ veritiera.

Un momento!!!! Vediamo quanti ne ho io:

pallotron@terminus ~ $ sudo find / -type f | wc -l
find: `/proc/21632/task/21632/fd/5': No such file or directory
find: `/proc/21632/task/21632/fdinfo/5': No such file or directory
find: `/proc/21632/fd/5': No such file or directory
find: `/proc/21632/fdinfo/5': No such file or directory
find: `/home/pallotron/.gvfs': Permission denied
561597

561597 file!!!!! Ma fatemi il piacere! 😀

Capisco che vogliate vendere qualche copia in piu’….

Sull’uso delle fotografie altrui su siti/blog/testate online

Oggi pare essere la giornata dell’abuso delle fotografie altrui in rete. Gente che non si fa scrupoli ad utilizzare le immagini altrui senza citazione e/o permesso.

E’ il caso di Corriere.it, che dopo la catastrofe di oggi in Abruzzo, utilizzava fotografie di altri terremoti (es. Turchia e Cina, cliccare qui per vedere l’originale sul sito di National Geographic) solo per ingigantire la cosa, attirare l’attenzione, e probabilmente fare piu’ soldi.

slideshow

Questi sono i professionisti della stampa italiana. Non siate cosi’ ingenui da pensare che non l’abbiano fatto apposta.

A chi fa fotografie fa piacere vedere una propria foto pubblicata online, ma gradirebbe anche essere informato da chi le utilizza, e magari gradirebbe anche di essere citato.

Da quando ho iniziato ad appassionarmi di fotografia ed a pubblicare le prime foto carine e’ stato un proliferare di cross referencing o hot-linking piu’ spinto dal mio blog. Gente che non conosce il tasto “Save as…” e usa le tue immagini sul proprio blog/sito utilizzando direttamente URL assolute che puntano a siti non loro.

Vallo a spiegare alla gente che poi uno sostituisce la jpg incriminata con una bella immagine porno e finisce per passare per pedo-pornografico (non diteglielo a Storace, lui ormai e’ bene informato sull’argomento!).

Non fate hotlinking se no il vostro sito potrebbe finire cosi’. Vallo a spiegare che questo corrisponde ne piu’ ne meno ad un furto di banda! Per fortuna apache salva e mi sono fatto la configurazione anti hot-linking.

Tuttavia niente si puo’ contro gli utonti piu’ evoluti che fanno “save as…” e usano le vostre immagini. Da qualche tempo a questa parte mi sono messo con google a cercare chi usa le mie foto.

C’e’ di tutto: da siti rugbistici (anche in Polonia!), a riviste di computer, a portali specializzati per ingegneri elettronici (madonna santa!).

L’ultima arriva dal “blog” di Irlandando.it che pare aver usato una mia foto per parlare di Horn Head e dintorni, ne avevo parlato qui per capodanno. E la foto originale e’ su flickr qui.

Natualmente non ho ricevuto alcuna email di richiesta, ne’ vedo alcuna citazione nel testo, e dire che la licenza e’ creative commons e quindi questi signori avrebbero potuto anche utilizzare la immagine senza problemi…

C’e’ da dire che normalmente ricevo email da parte di gente che mi chiede se puo’ utilizzare le immagini ed io rispondo sempre allo stesso modo: se la rivista/sito/blog e’ a carattere commerciale la licenza parla chiaro, non puoi farlo liberamente a meno che l’autore non dia il consenso ad usare la immagine, sia dietro ricompensa che a gratis.

Se la organizzazione e’ no-profit non faccio problemi.

Ultimamente ho ricevuto una richiesta da parte di una famosa rivista di un vettore aereo (quelle riviste super patinate fighette che trovate a bordi degli aerei); ho avuto un forte dibattito con la tipa via email: lei era convinta che siccome il giornale e’ gratis allora non e’ scopo di lucro, io mi sono fatto grasse risate e ho risposto che loro sono pieni di pubblicita’ e pagine da dare in vendita alle aziende… e che quindi secondo lei allora Mediaset e’ una azienda no-profit visto che non la paghiamo ma ci sorbiamo la pubblicita’! 😀

L’andazzo e’ che comunque con la tecnologia moderna i giornali abbiano meno problemi a reperire foto e video, addirittura al giorno d’oggi siamo noi stessi che postiamo foto ai giornali (vedi ultima tragedia). Quindi nell’era moderna pagano un po’ meno e quando gli chiedi 40 euri per una tua foto storcono il naso!

Puah!

Ma si dai! Spariamo qualche altra cazzata!

Dublin, Ireland, almost 2 months so far

Iniziamo la giornata con la rassegna stampa. Da quando sono finite le elezioni non faccio che leggere cose abominevoli:

Ieri, dopo un incontro con Letizia Moratti a Palazzo Grazioli al termine del quale il sindaco di Milano ha annunciato “un piano sicurezza già al primo consiglio dei ministri utile”, il premier in pectore ha promesso “misure immediate”. Tra queste “chiudere le frontiere”, fare di Roma “un distretto con poteri speciali” e strumenti per arginare “il lassismo di certi magistrati, per cui le forze dell’ordine catturano le persone e se le vedono il giorno dopo per strada”. Più tardi il Cavaliere ha persino ipotizzato di “ricontrattare il trattato di Schengen” per poter bloccare gli ingressi di stranieri anche se appartenenti all’Unione europea.

Fonte: Repubblica.it

Ma si dai! Blocchiamo anche i comunitari in Europa! Torniamo alla Lira. Chiudiamoci a riccio. NON CE LA FACCIO PIU’!

Nella figura. Fotografia scattata in un’edicola a Cork (concessione di un amico del Direttore ivi residente). Il giornale e’ “The economist”. Non proprio un giornale di sinistra…

Italia: paese di censure, perbenismo, etc etc…

Quando ho letto quello che e’ successso a Decameron confesso che d’apprima ho pensato: «Guarda Luttazzi, prima cacciato via dalla Rai. Poi assunto da La7, e ora cacciato da La7. Avra’ detto qualcosa di troppo forte…».

Pensavo che La7 fosse una emittente un po’ piu’ serie dell’accopiata del monopolio Rai-Mediaset.

Quando ho saputo che La7 aveva riassunto Luttazzi, dandogli massimo spazio di inventiva nel suo Decameron, confesso che ho pensato «Brava La7! Almeno ha il coraggio in Italia di mandare in onda cose forti ed atipiche».
La7 e’ l’emittente che da anche Spazio a Cipri’ e Maresco. Questi due registi hanno sempre prodotto cose forti…

Ma ora se ne escono con questa sospensione. E’ inutile. Siamo un paese di merda, dilagano il perbenismo, le censure, e quant’altro.

Andate a documentarvi sull’accaduto:

Almeno la redazione del TG di La7 si e’ indignata, ma capirai, non serve ad un cazzo:

Luttazzi, il Cdr di La7 insorge. «La notizia esclusa dal tg notturno»

Sul blog di Luttazzi sono apparsi questi due articoli:

Il mattino ha l’ORO in bocca: chi non ha capito l’allusione ALL’ORO non merita di continuare a leggere!

Fahrenheit:

Stasera è successo un fatto gravissimo: per motivi legali ( nessuna comunicazione ufficiale della sospensione del programma ) io e Franza Di Rosa abbiamo completato al montaggio la puntata n.6 che doveva andare in onda. Verso le 20, dei funzionari di La7 sono entrati in sala montaggio per impedire fisicamente che proseguissimo. Hanno occupato la stanza, hanno intimato al tecnico di sospendere ( senza averne titolo ), uno di loro si è seduto al mio posto alla consolle e non se ne andava, sfidandoci. Ho telefonato all’avvocato: stavano commettendo un reato ( violenza privata ) e potevo chiamare la polizia. A quel punto sono usciti. Poi, quando ho finito e me ne sono andato, uno di loro è entrato per CANCELLARE TUTTO IL GIRATO di Decameron, passato e futuro. Spero non l’abbiano fatto.

Ok, vi starete chiedendo cosa ha detto Luttazzi:

Dopo 4 anni guerra in Iraq, 3.900 soldati americani morti, 85.000 civili iracheni ammazzati e tutti gli italiani morti sul campo anche per colpa di Berlusconi, Berlusconi ha avuto il coraggio di dire che lui in fondo era contrario alla guerra in Iraq. Come si fa a sopportare una cosa del genere? Io ho un mio sistema, penso a Giuliano Ferrara immerso in una vasca da bagno con Berlusconi e Dell’Utri che gli p… addosso, Previti che gli c… in bocca e la Santanchè in completo sadomaso che li frusta tutti.

Per i videofili:

La sagra’ del Pissing.
Uhm… non sono per niente indignato. Anzi mi viene da ridere a crepapelle. AHAHAHAHA!

Ora pensate alla scena dei funzionari che entrano nella sala di montaggio, e poi pensate a queste immagini:

Spiacente, ma questo post non è disponibile in Italiano

Spiacente, ma questo post non è disponibile in Italiano